Imprese e Sindacato

Gruppo Acea, Alternanza scuola-lavoro: Al via il programma “Generazione digitale”

Anche quest’anno il Gruppo Acea avvia il suo Percorso per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (ex alternanza scuola lavoro): parte infatti oggi da due scuole romane, l’ITIS Armellini e l’IISS Piaget – Diaz, “GenerAzione Digitale”, il nuovo format di Acea dedicato alla formazione e all’orientamento dei giovani verso il mondo del lavoro. 

Il percorso, nato in collaborazione con il Consorzio ELIS in continuità con i programmi “IdeAzione” e “La Scuola che vorrei”, si svolge quest’anno interamente in versione digitale e ha l’obiettivo di avvicinare i giovani ai temi della sostenibilità e della tutela dell’ambiente, invitando a ragionare sul contributo che l’innovazione può offrire per la salvaguardia delle risorse naturali. 

Saranno coinvolti in totale circa 480 studenti delle classi quarte e quinte di 12 Istituti Tecnico-Professionali presenti nel Lazio, Umbria, Campania e Toscana. I partecipanti saranno guidati in tutto il progetto dai Sustainability Ambassador Acea, promotori della cultura della sostenibilità e dell’economia circolare, ai quali sarà affidato il compito di accompagnare i ragazzi alla scoperta di questi temi. 

La fase finale del progetto prevede una maratona creativa “Digital Creathon”, durante la quale gli studenti saranno chiamati a rispondere ad una sfida per la definizione di un nuovo modello di sviluppo incentrato su un uso consapevole delle risorse naturali. I ragazzi, divisi in squadre miste, saranno supportati dal team ELIS nel processo di Design Thinking, che si concluderà con la presentazione di idee innovative e sostenibili, grazie alle quali sarà possibile aggiudicarsi la vittoria. 

Con GenerAzione Digitale il Gruppo Acea intende promuovere sui territori in cui opera i valori della sostenibilità, favorendo la crescita di una nuova generazione più consapevole e attenta ai temi ambientali. Questo percorso rappresenta inoltre un’ulteriore occasione per il Gruppo per alimentare lo scambio virtuoso tra scuola e azienda avviato nei percorsi precedenti, stimolando l’interesse e la motivazione dei ragazzi che, con le loro idee, possono diventare motore di innovazione sociale, economica e ambientale. 

Related posts

Rischiano la chiusura 73.200 imprese italiane

Redazione Ore 12

Alla Rai inizia l’era di Marinella Soldi. E’ lei la nuova Presidente

Redazione Ore 12

Politiche attive del lavoro, Confesercenti chiede l’estensione della formazione ad imprenditori e lavoratori autonomi

Redazione Ore 12