Cronaca

Hotspot accoglienza migranti e rifugiati: Consap sul contratto sicurezza: “Una indennità di rischio sanitario immediata per i poliziotti in servizio”

Un’indennità di rischio sanitario per i poliziotti in servizio negli hotspot, da corrispondere da ora, in regime eccezionale, per poi strutturare in sede di rinnovo contrattuale; la chiede il sindacato di polizia Consap alla luce della nuova emergenza sbarchi.
Lo status di pandemia mondiale e il gap negativo, in tema di sanità, di quasi tutti i paesi da cui provengono i clandestini che occupano i centri di prima accoglienza – spiega la Consap – accresce l’esposizione dei colleghi al rischio di contrarre tutta una serie di malattie infettive, non ancora debellate in quei paesi, alle quali si e aggiunta ora la pandemia che tiene sotto scacco tutto il pianeta, questo accresce a dismisura il rischio operativo che vogliamo sia riconosciuto a quel personale con una indennità aggiuntiva.
I poliziotti – spiega il segretario generale nazionale della Consap Cesario Bortone – vogliono, devono e possono fare la loro parte in questo impegno di accoglienza, ma sarebbe inaccettabile se il governo non tenesse di questo rischio sanitario reale ed incombente; come Consap ci batteremo, anche in vista della prossima riapertura delle trattative contrattuali, per far si che questo impegno sia opportunamente motivato a livello professionale con indennità e tutele sanitarie adeguate chiedendo al governo di prendere atto di questa situazione.

Related posts

Caso Regeni, spuntano altri tre testimoni che accusano gli 007 egiziani

Redazione Ore 12

Antiterrorismo, sette pachistani arrestati a Napoli per fabbricazione di documenti falsi

Redazione Ore 12

Quattro persone arrestate per maltrattamenti e minacce in una casa di riposo di Palermo

Redazione Ore 12