Cronaca

Il fango travolge Ischia: una vittima, dispersi e 200 sfollati per la frana che ha travolto Casamicciola

Una valanga di acqua e fango ha devastato l’Isola Verde di Ischia. All’lba di sabato, dopo una notte violente precipitazioni una frana di grandi dimensioni si abbattuta sulle abitazioni di Casamicciola,  diverse le persone disperse tra cui una famiglia composta da marito, moglie ed un neonato. Sull’isola si sono creati fiumi di fango che hanno travolto automobili e trascinato massi. Secondo le prime stime dei soccorritori idispersi erano dodici, poi fortunatamente nel corso della giornata 8 di questi sarebbero stati trovati vivi. ICarabinieri hanno fanno sapere che al momento non sono stati recuperati altri corpi, tranne quello di una donna straniera dell’est sposata con un residente italiano nell’isola. Il numero dei dispersi, prima del ritrovamento in vita di otto delle persone che risultavano disperse era stato confermato dalla Prefettura e lo aveva sapere direttamente il ministro degli Interni Piantedosi che avva parlato della gravità di quanto accaduto nell’isola: “La situazione è molto grave. Piantedosi ha anche specificato: “Per il momento abbiamo solo dispersi, la comunicazione ufficiale sui decessi potrà avvenire soltanto allorquando le persone recuperate vengano portate in ospedale. La prefettura insieme alla Regione sta disponendo l’evacuazione di circa 200 persone, per il ricovero delle persone interessate dal movimento franoso, che devono essere messe in salvo”. Sui numeri dei dispersi da registrare l’intervento anche del Capo della Protezione Civile, Curcio: “Non ci sono nostri numeri o numeri di altri, ci sono i numeri della Prefettura. Il prefetto definisce i numeri una volta che sono state accertate le situazioni, la linea è abbastanza chiara. anche perché dietro i numeri ci sono le persone, le famiglie. Per il momento le dichiarazioni sui numeri sono quelle che ha fatto il prefetto, non do altri numeri perché non ne abbiamo”. Curcio, è in Prefettura a Napoli per seguire le operazioni di soccorso a Casamicciola Terme sull’isola d’Ischia, rispondendo a una domanda sui diversi numeri relativi a dispersi ed eventuali vittime, confermando così le parole del prefetto di Napoli Claudio Palomba che ha spiegato che al momento non ci sono vittime accertate. Quanto avvenuto a Casamicciola, ha aggiunto Curcio, è comunque “una tragedia di fatto, perché è una comunità in ogni caso colpita duramente da un evento importante. Adesso vediamo un attimo i limiti della tragedia dal punto di vista umano, ma certamente è una tragedia perché di per sé sono eventi tragici, si vede dalle fotografie e dai report che abbiamo dei soccorritori. E’ una situazione complicata in una giornata complicata”.

“Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni – comunica una nota di Palazzo Chigi – è in costante contatto con il ministro Musumeci, il dipartimento della Protezione civile e la regione Campania per seguire l’evoluzione dell’ondata di maltempo che ha colpito Ischia. Il governo esprime vicinanza ai cittadini, ai sindaci dei comuni dell’isola d’Ischia e ringrazia i soccorritori impegnati nella ricerca dei dispersi”. Anche la Regione Campania, con il Presidente De Luca interviene nel merito della tragedia: “La Regione Campania ritiene necessario chiedere lo stato di emergenza per l’isola di Ischia e i territori colpiti da questi eventi atmosferici disastrosi. Esprimo il ringraziamento alle forze della Protezione civile regionale e nazionale, alle Forze dell’ordine, ai volontari, al personale sanitario, per l’impegno profuso da questa notte”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Ringrazio per l’attenzione manifestata il presidente del consiglio Meloni. Valuteremo nelle prossime ore insieme con i sindaci interessati gli interventi di sostegno più urgenti, in aggiunta a quelli già in campo da mesi. Saranno a disposizione anche i tecnici dell’Acer (Azienda regionale edilizia pubblica) per un supporto tecnico. È un momento di dolore e di grande emergenza, che richiede un impegno straordinario”, aggiunge De Luca. “La Regione manterrà l’orientamento deciso in sede di Comitato di coordinamento questa mattina, e cioè di delegare il solo prefetto di Napoli a comunicare ogni informazione, aggiornata e verificata, sulla situazione di Ischia. È auspicabile a tal proposito che non si assista allo sventagliamento di dichiarazioni, del tutto propagandistiche, e non verificate, a cui abbiamo assistito in queste ore, anche da parte di chi non ha nessun ruolo o competenza in materia, o addirittura da parte di chi storicamente ha difeso ogni forma di abusivismo. Almeno di fronte a questi eventi, la sobrietà sarebbe necessaria”, conclude De Luca.

Related posts

Mattarella su Regeni: “L’Egitto dia piena ed adeguata risposta”

Redazione Ore 12

Rissa in strada nel milanese, muore un giovane di 22 anni

Redazione Ore 12

Nuove rivelazioni sul caso Saman, parla il fratello e accusa un altro cugino

Redazione Ore 12