Cronaca

Latina, maxi-confisca di beni alla cosca Comisso di Siderno, beni riconducibili alla famiglia Crupi

Una maxi confisca di beni è stata eseguita dai carabinieri ad Latina, Aprilia, Roma, Reggio Calabria, Siderno, Città di Castello (PG), Torino, Sansepolcro (AR), Anghiari (AR), Capua (CE), Vitulazio (CE) e Nocera Inferiore (SA) su delega del Tribunale di Latina – Sezione Misure di Prevenzione. Ad essere sottoposti a confisca di primo grado sono stati i beni riconducibili alla cosca ‘Commisso’ di Siderno. In particolare i beni sono riconducibili a Vincenzo Crupi attualmente detenuto presso la casa circondariale de L’Aquila in regime di 41 bis, esponente apicale della cosca “Commisso” di Siderno, con proiezione extraregionale nelle province di Roma, Caserta ed Arezzo avente interessi economico-criminali in Olanda e Canada e di Rocco Crupi. L’esecuzione della misura ha riguardato beni, per un valore complessivo di 30 milioni di euro: 13 società operanti nel settore florovivaistico, notificando i provvedimenti ai predetti, agli amministratori ed ai soci; 36 terreni agricoli, prevalentemente adibiti a vigneti per la produzione di un pregiato vino che doveva essere commercializzato in Canada; 22 abitazioni; 7 locali adibiti ad esercizi commerciali; 21 fabbricati/magazzini; 2 alberghi fra cui la ANGHIARI RESIDENCE S.r.l. (già ANGHIARI RESIDENCE S.p.a.) in relazione alla quale Crupi Vincenzo e Crupi Rocco sono stati rinviati a giudizio; 1 centro sportivo; 33 veicoli; 26 conti correnti bancari.

Related posts

Massa Carrara: 12 persone in manette per corruzione, falso e truffa verso lo Stato 

Redazione Ore 12

Sequestrati dalla Guardia di Finanza oltre 23 milioni di euro per “Bonus” derivanti da canoni di locazione

Redazione Ore 12

Il fango travolge Ischia: una vittima, dispersi e 200 sfollati per la frana che ha travolto Casamicciola

Redazione Ore 12