Roma Capitale

Lazio: virus hiv, a Roma il primo presidio regionale

Parte a Roma il primo “Checkpoint” della Regione Lazio, un servizio innovativo dedicato alla prevenzione, consulenza e assistenza alle persone a maggior rischio di contagio da virus hiv, realizzato dall’Azienda pubblica di servizi alla persona Asilo Savoia nell’ambito di un accordo interistituzionale con Regione Lazio e Inmi L. Spallanzani in co-progettazione con l’associazione di promozione sociale Plus, rete persone Lgbt+ sieropositive.
All’inaugurazione in Via Isernia erano presenti Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, Massimiliano Monnanni, Presidente ASP Asilo Savoia, Giulio Maria Corbelli, Presidente dell’Associazione PLUS, Francesco Vaia, Direttore Generale dell’Ospedale Spallanzani, Alessandro Capriccioli, Consigliere Regionale e Alessandra Troncarelli, Assessora Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e Asp della Regione Lazio. Il centro, collocato in una struttura di proprietà dell’Asp vicina ad un presidio sanitario dell’Asl Rm 2, ristrutturato e attrezzato con fondi propri dall’Asilo, erogherà servizi di informazione, curando altresì la somministrazione del test a risposta immediata e fornendo counselling a tutti gli interessati. La struttura intende divenire un punto di riferimento proprio per le comunità più esposte al virus, a partire da quella Lgbt, per facilitare una maggiore libertà e disponibilità all’accesso al servizio da parte dell’utenza. Inoltre il “Checkpoint” collaborerà con le autorità sanitarie per la gestione dei test forniti e la relativa rendicontazione al Centro di Riferimento Regionale per l’infezione da Hiv-aids (CRR-AIDS) dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani per garantire il supporto nella presa in carico dei soggetti eventualmente risultati positivi al test.
L’accordo pluriennale sottoscritto dalla Regione Lazio con Spallanzani e Asilo Savoia si avvale di un finanziamento biennale per complessivi 300 mila euro e prevede, dopo la sperimentazione del primo checkpoint, l’apertura di ulteriori 3 centri sul territorio regionale in grado di sviluppare ed implementare il modello di servizio.
Quale prima attività del “Checkpoint”, Plus Roma, in raccordo con asp e Inmi L. Spallanzani ha già organizzato un corso di formazione sulle tematiche della salute sessuale delle persone lgbt+ e della relazione di supporto alla pari che si concluderà a fine maggio.

Related posts

Polfer del Lazio, centinaia di controlli su convogli e stazioni

Redazione Ore 12

Sorpreso dalla Proprietaria mentre ruba nella sua auto finisce nelle braccia dei Carabinieri

Redazione Ore 12

Piena sintonia tra Ordine dei Medici di Roma e Regione Lazio

Redazione Ore 12