Esteri

Le destre e i nazionalisti europei si ritrovano nella Carta dei Valori. Per l’Italia firmano Salvini e Meloni

Una Carta dei Valori per il futuro dell’Europa. La firma da parte dei partiti che fanno parte di tre gruppi diversi nel Parlamento Ue. È un passo concreto che segue il vertice di Budapest organizzato lo scorso aprile con Matteo Salvini, Viktor Orbán e Mateusz Morawiecki. La Carta dei Valori, si legge in una nota della Lega, è stata sottoscritta dai partiti che fanno parte dei gruppi ‘Identità e democrazia’ (Id) e ‘Conservatori’ (Ecr), più Fidesz che ha lasciato il Ppe e fa parte dei non iscritti. Hanno siglato il documento: ID – Lega (Italia) – RN (Francia) – FPOE (Austria) – Vlaams Belang (Belgio) – DPP (Danimarca) – Ekre (Estonia) – PS (Finlandia) ECR – PiS (Polonia) – VoX (Spagna) – FdI (Italia) – JA21 (Paesi Bassi) – EL (Grecia) – PNT-CD (Romania) – LLRA-KSS (Lituania) – VMRO (Bulgaria) NON ISCRITTI -Fidesz (Ungheria). “La Lega ha firmato una Carta dei Valori per immaginare un futuro dell’Europa basato su libertà e identità anziché su burocrazia e omologazione” dice il leader della Lega Matteo Salvini. “Il documento, sottoscritto da partiti che fanno parte di tre gruppi politici diversi nel Parlamento Ue, è un altro passo per costruire un’alleanza solida, allargata e alternativa alla sinistra illiberale, delle tasse e dell’immigrazione selvaggia”.

Related posts

+++ Usa – Russia, Biden a Putin: “Vediamoci in uno Stato terzo” +++

Redazione Ore 12

E’ allerta terremoti alle Canarie per l’eruzione di La Palma

Redazione Ore 12

Cacciatorpediniere americano forza il blocco ‘diplomatico’ russo ed entra nel Mar Nero

Redazione Ore 12