Esteri

L’ex Presidente dell’Honduras, Juan Orlando Hernandez può essere estradato negli Stati Uniti

L’ex presidente dell’Honduras Juan Orlando Hernandez, al potere fra il 2014 e il 2022, può essere estradato verso gli Stati Uniti, dove ad attenderlo ci sono tre accuse legate al traffico internazionale di stupefacenti formulate da un tribunale di New York. A deciderlo è stato il giudice nominato per decidere del caso dell’ex capo dello Stato dopo la richiesta di estradizione presentata dall’ambasciata americana nel Paese a febbraio.

Stando al comunicato pubblicato dalla magistratura honduregna e diffuso tramite i social media, Hernandez è stato accusato dalla giustizia americana di aver cospirato per il trasporto di droga negli Usa e di aver anche contribuito alla fabbricazione e alla diffusione degli stupefacenti nel Paese. All’ex presidente viene anche contestato il possesso illegale di armi da fuoco e di aver avuto intenzione di utilizzarle “a sostegno del trasferimento illegale di droga”.

I legali di Hernandez possono ancora presentare ricorso contro la decisione. L’eventuale procedimento verrà poi discusso dalla Corte suprema di Tegucigalpa. A febbraio Hernandez si era detto pronto a costituirsi dopo la richiesta dell’ambasciata americana. Stando a quanto riferisce il quotidiano Proceso, la moglie dell’ex presidente, Ana García, dopo aver visto le carte delle accuse mosse ai danni del consorte, ha detto di non avere dubbi sulla sua innocenza. Un anno fa il fratello dell’ex capo dello Stato, Tony Hernandez, era stato condannato all’ergastolo dalla giustizia americana sempre per reati connessi al traffico di droga.

Dire

Related posts

John Kerry: “L’Italia ha una grande opportunità di leadership sui cambiamenti climatici. Stati Uniti pronti ad aiutarla”

Redazione Ore 12

Ruini: “Non esiste in Vaticano una opposizione a Francesco”

Redazione Ore 12

Coree di nuovo ai ferri corti per le manovre congiunte tra gli eserciti di Usa e Seul

Redazione Ore 12