Covid

Lo stop parziale ad AstraZeneca, obbliga le Regioni a cambiare strategia

Dalla Lombardia al Lazio passando per il Piemonte, le regioni si sono già in parte riorganizzate in base alle nuove indicazioni sul vaccino AstraZeneca. Da oggi,” secondo quanto disposto dal Comitato tecnico scientifico, le seconde dosi agli over 60 vaccinati con Astrazeneca saranno fatte con lo stesso vaccino. I richiami delle persone under 60 vaccinate in prima dose con Astrazeneca verranno invece effettuate con un altro vaccino”, ha comunicato in una nota la dg Welfare della Regione Lombardia. “Nuove disposizioni del ministero della Salute sull’uso del vaccino anti-Covid Vaxzevria (AstraZeneca): da domani (oggi, ndr) verrà somministrato esclusivamente ai cittadini over 60 (a partire dai 60 anni già compiuti). Gli under 60 anni riceveranno esclusivamente un vaccino a mRna (Pfizer -BionThec o Moderna), anche coloro che avessero ricevuto la prima somministrazione di Astrazeneca”, ha chiarito l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Siamo pronti ad attuare immediatamente le disposizioni del Commissario Figliuolo su Astrazeneca. Sono circa 37mila le seconde dosi di Astrazeneca programmate per le prossime settimane cittadini under 60: a loro verrà somministrato Pfizer o Moderna secondo le indicazioni nazionali. Parliamo di un quantitativo assolutamente compatibile con le nostre scorte, questa indicazione del Comitato tecnico scientifico non impatterà dunque sulla nostra campagna vaccinale, gli appuntamenti non subiranno slittamenti”, ha dichiarato l’assessore alla Sanità della Regione Puglia Pier Luigi Lopalco. In attesa di ricevere dalle autorità sanitarie nazionali la nota ufficiale relativa alle nuove modalità di utilizzo del vaccino AstraZeneca, la Regione Piemonte ha deciso in via precauzionale di sospendere la somministrazione delle prime dosi e dei richiami di Astrazeneca alla popolazione under60, ha annunciato una nota in cui si precisa che ”non appena sarà chiarita con nota ufficiale dall’autorità sanitaria nazionale anche la procedura per effettuare i richiami di AstraZeneca attraverso i vaccini alternativi Pfizer e Moderna, la Regione darà immediata attuazione alla riprogrammazione delle seconde dosi”. In aderenza alle indicazioni arrivate oggi dal Comitato tecnico scientifico e in attesa dell’apposita circolare ministeriale, sono sospese in Sicilia le somministrazioni del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca anche in seconda dose per tutti i soggetti al di sotto dei 60 anni”, ha comunicato anche l’assessorato alla Salute della Regione Sicilia.
aggiornamento AstraZeneca e diffusioni Covid del 12 giugno 2021 ore 15.17

Related posts

#Covid-19, Italia: 21.267 nuovi contagi su 363.767 tamponi e 460 morti in 24 ore

Redazione Ore 12

Redazione Ore 12

Arrivate a Pratica di Mare 1,3 milioni di dosi AstraZeneca

Redazione Ore 12