Covid

Long Covid, rischi di gravi anomalie nella coagulazione del sangue. Studio University College di Londra

Le persone che soffrono della sindrome del “long Covid” possono sviluppare un rischio maggiore di anomalie nella coagulazione del sangue e conseguenti trombosi. Ad affermarlo è un recente studio pubblicato su “Blood Advances” da scienziati del Dipartimento di ematologia dell’University College London Hospital. Gli studiosi hanno anche scoperto che è quattro volte più probabile trovare questa anomalia del sangue in coloro che mostrano difficoltà con l’esercizio fisico a più di 12 settimane dopo l’infezione da Covid. La ricerca è la prima a segnalare un’associazione tra valori di coagulazione del sangue anormali e ridotta capacità di esercizio fisico.

aggiornamento  Covid ore 11.16

Related posts

Covid-19, Usa, Biden: “Troppe persone si comportano come se la battaglia fosse finita, ma non lo è”

Redazione Ore 12

La polemica, Crisanti: “Orgoglioso di essermi distanziato dalla squadra di Zaia”

Redazione Ore 12

L’Ema ha autorizzato la somministrazione del vaccino Johnson & Johnson

Redazione Ore 12