Primo piano

Massacro Congo, il Presidente di quel Paese scrive a Mario Draghi

Il presidente della Repubblica democratica del Congo, Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo, ha deciso di inviare oggi a Roma un suo rappresentante per consegnare una lettera personale al presidente del Consiglio Mario Draghi, dopo l’agguato di ieri dove sono rimasti uccisi l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci. Tshisekedi si è detto costernato per quanto accaduto ed ha condannato “questo attacco terroristico”, assicurando il massimo impegno “per fare piena luce sulla vicenda” e “assicurare i responsabili alla giustizia”.

Secondo una prima ricostruzione fatta dalle autorità congolesi, riportata dal sito cas-info, “gli aggressori, in un numero di sei, erano armati con 5 mitragliatrici tipo AK47 e un machete. Hanno sparato colpi di avvertimento prima di costringere gli occupanti dei veicoli a scendere e seguirli fino in fondo al Parco, dopo aver sparato a uno dei conducenti per creare il panico”. Con l’arrivo delle Guardie del parco e dei militari presenti nei dintorni si è innescata una sparatoriia. Il commando armato avrebbe sparato a bruciapelo al carabiniere, morto sul posto, e all’ambasciatore ferendolo all’addome. Quest’ultimo è morto un’ora dopo all’ospedale della missione Monusco a Goma. “È già in corso un’indagine per chiarire le circostanze, le responsabilità e per intraprendere azioni repressive relative a questa tragedia”, ha annunciato il governo. “La Presidenza della Repubblica si impegna a fare regolarmente il punto sullo stato di avanzamento delle indagini appena avviate su iniziativa del Presidente della Repubblica, Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo”, ha aggiunto la presidenza.

Related posts

L’Inps certifica: “Persi 664mila occupati in un anno”

Redazione Ore 12

750 agenti impiegati per eseguire 160 ordinanze cautelari in diverse operazioni di polizia giudiziaria

Redazione Ore 12

Una proteina ereditata dall’uomo di Neanderthal può ridurre i rischi del Covid

Redazione Ore 12