Roma Capitale

Mondo di Mezzo, il ruolo di Alemanno per la Cassazione è “indimostrato”

“Risulta del tutto vago e indimostrato quale sia stato il ruolo di Alemanno nella vicenda illecita”. Così affermano i giudici della VI sezione penale della corte di Cassazione in merito alla assoluzione dell’ex sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, dalla contestazione del reato di corruzione nell’ambito di uno dei procedimenti riguardo la maxi inchiesta ‘Mondo di Mezzo-Mafia Capitale’. La Suprema corte nel luglio scorso – si ricorda – hanno accolto il ricorso della difesa relativo al capo di imputazione riguardante una gara del 2011 sulla raccolta differenziata dei rifiuti da parte dell’Ama.

 

“La sentenza di primo grado – osservano i giudici del Palazzaccio – aveva ricostruito i fatti facendo leva, quanto alla posizione del ricorrente, sulla delega, rilasciata in qualità di sindaco, a Panzironi di poteri di fatto nella società Ama che aveva consentito a quest’ultimo, benché privo di cariche formali, di gestire come vero e proprio ‘dominus´ una delle principali società municipalizzate, assecondandone un utilizzo a fini strumentali, e ciò anche nelle gare in esame”. In un altro passo del documento di 35 pagine i giudici spiegano che “la sentenza di appello, a fronte delle censure difensive che avevano lamentato la mancata dimostrazione della partecipazione del ricorrente al patto illecito di Salvatore Buzzi e Franco Panzironi per l’alterazione della gara si è limitata ad indicare quale prova a suo carico i bonifici fatti da Buzzi alla Fondazione Nuova Italia in prossimità della aggiudicazione della gara”. Insomma secondo gli ermellini “tale ragionamento è gravemente carente e il Collegio ritiene che gli atti descritti in sentenza non siano tali da fornire, al di là di ogni ragionevole dubbio, la prova della partecipazione dell’imputato al reato contestato”.

Related posts

Smart working, denuncia Cosentino (Cisl) : “Con il rientro in ufficio Roma rischia il collasso”

Redazione Ore 12

Di nuovo denunciato dai Carabinieri il ‘riparatore’ di telefonini dell’Esquilino. Sequestrati 64 cellulari e 3 portatili di dubbia provenienza

Redazione Ore 12

Torpignattara, giro di vite dei Carabinieri contro i topi d’auto

Redazione Ore 12