Roma Capitale

Monterotondo, sequestro preventivo da 18 milioni di euro per una frode fiscale

 

Un sequestro preventivo per oltre 18 milioni di euro nei confronti di 3 persone è stato eseguito dai militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Roma. Bloccati beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie. Agli indagati sono contestate le ipotesi di reato di dichiarazione infedele, omessa dichiarazione e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Il provvedimento cautelare è stato deciso dal gip di Tivoli sulla base degli accertamenti effettuati dalle Fiamme gialle del Gruppo di Guidonia Montecelio nei confronti di una società a responsabilità limitata operante nel settore dei trasporti, con sede legale a Monterotondo.  Secondo quanto ricostruito dagli investigatori il rappresentante legale pro tempore dell’impresa, oltre ad evadere le imposte, con l’aiuto di due “prestanome” si è adoperato per evitare che l’Erario scoprisse tutto. Così da aggredire il patrimonio della società, con un grosso debito tributario. Per questo la società è stata svuotata delle risorse finanziarie e queste fatte confluire su di un’altra. I militari hanno sequestrato, oggi, 181 automezzi, 8 immobili e i rapporti finanziari riconducibili agli indagati.

Related posts

Roma, Campidoglio: approvato bilancio Atac 2020, conti reggono nonostante impatto Covid

Redazione Ore 12

Legalità, M5S – Civica Raggi “Assessore Caliendo faccia passo indietro e si porti avanti enorme lavoro condotto da Amministrazione M5S”

Redazione Ore 12

Bambine e bambini, tutti gli appuntamenti in programma nella Capitale

Redazione Ore 12