Economia e Lavoro

Nel 2021 il Pil sarà a quota +3,3%

Elaborazione di The Europeean House Ambrosetti che ipotizza una forbice compresa tra il +2,5% e il +4,9%

The European House Ambrosetti ha elaborato un “modello econometrico di stima per il Pil italiano” che prevede per il 2021 un rimbalzo “pari al 3,3%, con una forbice che va da +2,5% a +4,9% rispetto alla chiusura del 2020”. Lo ha detto l’amministratore delegato Valerio De Molli aprendo i lavori del Forum Ambrosetti di primavera interamente in digitale. “Il nostro modello – ha aggiunto – prende atto delle grandi incertezze che caratterizzano il 2021 a causa delle difficoltà di prevedere le evoluzioni della pandemia, le sue conseguenti ricadute economiche, la rapidità nella somministrazione dei vaccini e il ritorno alla normalità”.   Per vaccinare l’80% degli italiani entro il settembre del 2021 occorre “triplicare il ritmo delle vaccinazioni, somministrando circa 460 mila dosi al giorno”, ha detto De Molli. “Se procedessimo al ritmo di vaccinazione attuale di circa 157 mila dosi al giorno – ha aggiunto – vaccinando tutti con 2 dosi, la copertura dell’80% della popolazione sarebbe raggiunta entro l’agosto 2022”. 

Related posts

Caduta senza precedenti del Pil di Milano (-11%)

Redazione Ore 12

Acqua, il consumo medio a famiglia è di 448 euro

Redazione Ore 12

Cnr, finalmente la stabilizzazione di 328 lavoratori precari

Redazione Ore 12