Cronaca

+++Nicola è salvo, individuato da un giornalista della Rai in un dirupo. Sta bene+++

(Red) E’ stato un giornalista della Rai, della trasmissione ‘La vita in Diretta’, Giuseppe Di Tommaso, a trovare e permettere ai soccorritori di salvarlo, il piccolo Nicola, scomparso dalla sua abitazione la notte di lunedì. Di Tommaso stava risalendo verso la casa del bambino quando ha sentito rumori e lamenti che giungevano da una profonda scarpata, a ridosso della strada e profonda una cinquantina di metri. Di Tommaso, che si era allontanato dalla sua troupe e soprattutto dai soccorritori, ha immediatamente chiesto aiuto ad alcuni Carabinieri, i primi ad incontrare, che poi sono intervenuti recuperando il minore. “E’ stata una grande emozione, sono ancora scosso”, racconta Di Tommaso. E continua: “Ero in macchina con la troupe quando ho chiesto di scendere. Sono rimasto da solo e ho sentito una voce in fondo a un burrone. Ho pensato che fosse suggestione ma mi sono messo a urlare ‘Nicola, Nicola’. La risposta è stata ‘mamma, mamma’. Così sono risalito di corsa e ho fermato una macchina, che era quella dei carabinieri, che poi sono scesi a recuperare il bambino”. Materialmente a recuoerare il bimbo è stato il Luogotenente Danilo Ciccarelli, Comandante della Stazione dei carabinieri di Scarperia. “Siamo stati fermati da un giornalista che diceva di aver sentito un lamento. Siamo scesi dalla macchina, ho sentito anche io il lamento, ma secondo me poteva essere un capriolo o un daino. Abbiamo deciso di verificare, anche se il terreno era molto scosceso. Mi sono calato dalla scarpata, chiamavamo continuazione il bambino ma non rispondeva. Poi ho sentito dei lamenti più chiari, e mi aspettavo che uscisse fuori un animale: invece è sbucato Nicola con la testolina tra l’erba alta, mi ha detto ‘mamma’, mi sono avvicinato”. Così si è chiuso felicemente quello che è stato un vero e proprio incubo durato oltre 48 ore.

Related posts

Omicidio, usura ed estorsione, blitz congiunto tra Carabinieri e Guardia di Finanza porta a 11 arresti tra Livorno e Pisa

Redazione Ore 12

Eitan, la zia e tutrice legale chiede l’applicazione della Convenzione dell’Aja. Il Governo israeliano: “Deve tornare in Italia”

Redazione Ore 12

Intimidazione ‘ndranghetista contro il Comandante dei Cc di Cetraro. Spari contro la sua auto

Redazione Ore 12