Regioni

Per il Porto di Brindisi disco verde al progetto Costa Morena e Sant’Apollinare

I ministri della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, e della Cultura, Dario Franceschini, hanno firmato il decreto congiunto per esprimere giudizio positivo di compatibilità ambientale sul progetto di banchinamento e realizzazione della retrostante colmata tra il Pontile Petrolchimico e Costa Morena Est nel porto di Brindisi. dopo l’iter avviato nel 2017 dall’Autorità Portuale del Mar Adriatico Meridionale.
La prima parte del progetto prevede la realizzazione della vasca di colmata nel porto esterno di Brindisi nella area compresa tra il Pontile Petrolchimico e Costa Morena Est.
Questo intervento dovrebbe costare 39,3 milioni, sarà finanziato dal fondo complementare al Pnrr e richiederà circa due anni di lavori.
La seconda parte contempla l’adeguamento dei fondali ricadenti all’interno del porto di Brindisi mediante approfondimento alla quota di -12 metri nell’area di S. Apollinare , per la realizzazione del nuovo terminal Ro-Ro; -14 metri lungo il canale di accesso al porto interno; -14 metri nell’area di contorno alle calate di Costa Morena. i lavori dovrebbero durare circa 1 anno e costare 19,4 milioni di euro, non ancora finanziati.
Il presidente dell’Adsp, Ugo Patroni Griffi a SHIPPING ITALY ha così commentato: “si tratta di una grande opportunità per Brindisi per attirare traffici sostitutivi del carbone….. L’obiettivo ora è far partire il dragaggio di Sant’Apollinare in contemporanea ai lavori di realizzazione della vasca di colmata (trovando una soluzione di deposito temporaneo dei sedimenti) in modo da avere pescaggi adeguati anche in ottica crociere”.

Related posts

Bologna investe 60 milioni di euro per rifare la rete elettrica

Redazione Ore 12

Mobilità ferroviaria, trenta minuti in meno per collegare Reggio Calabria e Cosenza

Redazione Ore 12

Regione Lombardia apre dal primo maggio gli ambulatori sanitari la sera e nei giorni festivi

Redazione Ore 12