Roma Capitale

Radicali confermano presidio in Campidoglio su referendum Tpl

 “Con un comunicato stampa il Comune di Roma ha annunciato la firma di un’ordinanza sindacale in cui si proclama la vittoria del SÌ su entrambi i quesiti del referendum sul trasporto pubblico locale dell’11 novembre 2018. Si confermano le ragioni della nostra battaglia per una mobilità a misura dei cittadini – nel merito e nel metodo – ma la sindaca ci ha messo più di 2 anni per questo atto dovuto. Una vera vergogna per l’Istituzione che rappresenta. Uno schiaffo conclamato a 400mila cittadini che contro tutto e tutti quella domenica esercitarono il loro dovere civico e costituzionale”. Così in una nota Leone Barilli, segretario di Radicali Roma. “Come Radicali siamo abituati a prendere sul serio i documenti ufficiali e non i comunicati stampa: abbiamo troppo rispetto per le istituzioni. In attesa della pubblicazione dell’atto ufficiale non possiamo che confermare la manifestazione in Campidoglio (nella foto una manifestazione già fatta in Campidoglio) – spiegano i Radicali – per ricordare alla Sindaca che i diritti dei cittadini non si calpestano, che la democrazia è una cosa seria e che viviamo in uno stato di diritto al quale ha dovuto alla fine abdicare. Celebriamo la vittoria della partecipazione e del diritto, consapevoli che ora si apre la partita del dibattito in Assemblea Capitolina. Entro 30 giorni dalla proclamazione, infatti, l’Assemblea Capitolina dovrà discutere nel merito del risultato del referendum motivando pubblicamente l’eventuale non accoglimento dell’indirizzo politico espresso dalla comunità cittadina. Così come recita lo Statuto”, concludono.

Related posts

È sbocciata la primavera al Policlinico Gemelli: fioriscono i giardini verticali nel Centro di Radioterapia oncologica

Redazione Ore 12

Denuncia di De Priamo(Fdi): “Raggi sfratta 95enne e non sgombera abusivi”

Redazione Ore 12

A Roma torna il Concertone di Capodanno: sul palco Elodie, ma non solo. Torna anche Capodarte

Redazione Ore 12