Roma Capitale

Rapina della borsa un’anziana, 15enne finisce in manette a Trastevere

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare del collocamento in comunità nei confronti di un 15enne responsabile di rapina aggravata ai danni di una 76enne. Lo scorso 8 dicembre 2020, l’anziana donna, dopo aver prelevato l’incasso (800 euro circa) dell’attività commerciale gestita dal figlio in zona viale Marconi, era stata seguita fino al parcheggio della propria abitazione. Appena scesa dalla propria autovettura, la donna era stata raggiunta e colpita con pugni al volto dal minore che, dopo aver utilizzato anche dello spray urticante per rendere impotente la vittima, le aveva asportato la borsa custodita all’interno dell’auto, per poi darsi alla fuga unitamente a un complice che lo attendeva a bordo di un veicolo. Le risultanze investigative acquisite dai Carabinieri, le cui indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma, hanno portato all’identificazione del giovanissimo malvivente che, dopo essere stato localizzato, è stato raggiunto dai militari che gli hanno notificato il provvedimento restrittivo emesso dalla competente Autorità Giudiziaria e lo hanno collocato in una comunità alle porte di Roma. Anche il complice della rapina, un 23enne, è stato identificato e deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica.

Related posts

È partita in questi giorni l’azione di prossimità sul territorio da parte della Polizia Locale di Roma Capitale: pattuglie che, secondo una programmazione settimanale e a rotazione nei vari quartieri di ciascun Municipio, svolgono un’opera di vero e proprio “sportello di ascolto”. Non un semplice presidio del territorio, ma un momento di confronto e di dialogo con i cittadini, oltre che un modo per raccogliere le segnalazioni attraverso il contatto diretto con le persone e fornire loro un adeguato supporto. “Questo nuovo servizio ci permette di sorvegliare meglio i nostri quartieri, di offrire alle persone una maggiore percezione di sicurezza. Credo sia importante che i cittadini possano vedere gli agenti della nostra Polizia Locale come dei veri e propri punti di riferimento a cui affidarsi e rivolgersi, instaurando con loro un rapporto di dialogo e ascolto. Rendiamo così Roma una città sempre più sicura, riportando le istituzioni sul territorio e facendone sentire la vicinanza”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi. Questa fase rappresenta il fulcro del progetto del “Settore Prossimità”, che ha preso avvio già da alcune settimane a partire da una vasta attività di censimento, da parte di ciascun Gruppo territoriale, di tutte le forme di cittadinanza attiva, dai singoli utenti ai comitati di quartiere. Tale modello operativo, predisposto dal Comando Generale, si pone l’obiettivo di efficientare l’interfaccia tra agenti e cittadini, migliorando così la vivibilità urbana e la gestione degli interventi nei vari campi di azione, quali la sicurezza stradale, la viabilità, il decoro, solo per citarne alcuni, con il fine ultimo di tutelare i cittadini. Per tale motivo, il Comando proseguirà con l’attuazione di ulteriori fasi che permetteranno di rendere sempre più proficuo il rapporto con il territorio e con i suoi abitanti.

Redazione Ore 12

D’Amato (Regione Lazio): “Nuovi servizi per l’ospedale Goretti di Latina”

Redazione Ore 12

Teatri di posa e spazi all’aperto, con attenzione all’attrattività e alla sostenibilità

Redazione Ore 12