Cronaca

Reggia di Caserta, operaio muore colpito da un grosso ramo

Un operaio di 49 anni di nazionalità marocchina è morto nel parco della Reggia di Caserta, dove era impegnato in attività di manutenzione. L’ operaio è stato colpito da un grosso ramo mentre stava effettuando la potatura degli alberi.  L’impatto è stato violentissimo e il 49enne è morto sul colpo. I Carabinieri indagano sull’accaduto. L’ uomo – hanno accertato i carabinieri della Compagnia di Caserta – era regolarmente assunto ed era ritenuto un lavoratore esperto e attento. La tragedia è avvenuta poco dopo le 15, quando un boato e poi delle urla hanno squarciato il silenzio del Parco della Reggia. Un grosso ramo, per cause in corso di accertamento, si è staccato da un albero sottoposto a potatura o comunque a manutenzione. Sono arrivati il 118, i vigili del fuoco, tecnici dell’Asl e i carabinieri, che stanno cercando di accertare se sussistono responsabilità di qualche collega del 49 enne. L’ ultima morte sul lavoro, però, potrebbe anche essere uno sfortunato incidente, visti i problemi segnalati nei giorni scorsi, dopo che un forte vento ha sferzato la città di Caserta ed ha messo a dura prova la tenuta del patrimonio arboreo del Parco vanvitelliano, tanto da costringere la direzione del monumento a chiuderlo.

In una nota, la Reggia di Caserta esprime “tutto il proprio cordoglio e vicinanza ai familiari e ai colleghi della vittima del tragico incidente che si è verificato nel Parco Reale”. Per Matteo Coppola, segretario generale della Cgil di Caserta, «questa è l’ennesima morte sul lavoro che registriamo a Caserta negli ultimi mesi, una strage infinita». «È un dramma che non è possibile tollerare. In attesa che le Forze dell’ordine facciano piena luce sulle cause di tale tragedia, ribadiamo l’urgenza di intervenire con misure senza precedenti sul fronte della sicurezza e della formazione», dicono il segretario generale dell’ Ugl Paolo Capone e il segretario regionale della Campania Maria Rosaria Pugliese. L’ incidente alla Reggia rende ancora più pesante il bilancio degli infortuni sul lavoro. Nella sola Campania da gennaio ad agosto 2021 sono state 81 le denunce per infortuni mortali sui luoghi di lavoro presentate all’Inail regionale. Un dato in aumento rispetto allo stesso periodo del 2020 quando le denunce per morti sul lavoro erano state 71.

Related posts

Vortice ciclonico sull’Italia, temporali e nuovo crollo termico

Redazione Ore 12

Azienda familiare per la coltivazione di marijuana

Redazione Ore 12

Migranti la rotta del Mediterraneo ha fatto registrare un +96% di sbarchi (gennaio-giugno 2021)

Redazione Ore 12