Roma Capitale

Roma Capitale, Segnalini: “ Raggiunta l’intesa con le rappresentanze sindacali per incentivi al personale tecnico”. Catarci: “Attraverso procedure più semplici premiamo e valorizziamo le professinalità interne”

Raggiunta l’intesa tra Roma Capitale e sindacati per il riconoscimento degli incentivi al personale tecnico dell’amministrazione capitolina. Il Regolamento prevede un incentivo per i dipendenti che svolgono alcune funzioni di responsabilità nella realizzazione delle tante opere della Capitale come Rup, Direttore dei lavori e Collaudatore.

 

Sono molto soddisfatta – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Ornella Segnalini – dell’intesa raggiunta oggi. Lo sblocco del Regolamento era, infatti, uno dei miei obiettivi condivisi dal Sindaco Gualtieri e da raggiungere nei primi 12 mesi del mandato. Con questo accordo siamo finalmente riusciti a snellire la procedura di erogazione dell’incentivo e a permettere che siano beneficiari di una sorta di ‘premio’ economico i dipendenti che assumono responsabilità di sicura rilevanza nella realizzazione dei lavori pubblici. Come noto, il vecchio Regolamento non aveva fino ad oggi dato i suoi frutti, non consentendo lo sblocco degli incentivi a causa di molteplici passaggi burocratici, lungaggini e veti amministrativi. Oggi è una giornata importante perché abbiamo trovato una soluzione condivisa. Voglio ringraziare – conclude Segnalini – anche il Presidente della Commissione Lavori pubblici Antonio Stampete, che attraverso una mozione d’Aula ha sollecitato e insieme a me caldeggiato questa revisione, e tutti gli uffici, in particolare al Simu e al Personale”.

 

Il Regolamento quantifica, nell’ambito di circa il 2% sul totale del costo dei lavori, la remunerazione di ciascuna figura professionale che svolge un ruolo nel processo di esecuzione di un’opera pubblica. È pertanto un incentivo economico erogato su base meritocratica e non distribuito a pioggia.

 

L’intesa raggiunta oggi sul testo è frutto di un proficuo lavoro di condivisione con le organizzazioni sindacali che l’Amministrazione ha portato avanti con l’obiettivo di premiare e valorizzare le professionalità interne all’Ente, superando i limiti del precedente regolamento del 2020 che di fatto ha impedito, fino a oggi, il regolare riconoscimento degli incentivi. Elemento qualificante del nuovo testo è la semplificazione delle procedure: grazie a una riduzione dei passaggi amministrativi saranno possibili pagamenti in tutte le fasi dell’appalto – dalla progettazione alla realizzazione fino alla sua conclusione – e dunque non più legati esclusivamente alla fine dell’appalto come previsto in precedenza. La nuova stesura prevede, inoltre, un ampliamento degli appalti che danno diritto al riconoscimento dell’incentivo. Un sentito ringraziamento va ai Direttori dei Dipartimenti capitolini coinvolti insieme ai sindacati per questo atto fondamentale che permetterà a Roma Capitale di allinearsi alle altre P.A e di essere più attrattiva verso professionalità tecniche ed amministrative, indispensabili per affrontare le sfide del PNRR e dell’anno giubilare” commenta Andrea Catarci, assessore alle Politiche del Personale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Related posts

Omicidio di Borghesiana, arrestato dalla Polizia di Stato il presunto assassino

Redazione Ore 12

Controlli contro lo spaccio di stupefacenti nella Capitale, in 72 ore i Carabinieri arrestano 8 persone

Redazione Ore 12

Informazione e lavoro, Ass. Stampa Romana: domani conferenza stampa in Fnsi

Redazione Ore 12