Cronaca

Scontri a Roma: Consap, risposte dal Governo per “stoppare la strada” ai professionisti della guerriglia urbana

“Le proteste, legittime, rischiano di diventare il cavallo di troia per i professionisti del disordine pubblico se non verranno date risposte alla disperazione della gente”, questo il commento del sindacato di polizia Consap a quanto accaduto oggi a Roma davanti a Montecitorio, costato il ferimento di due colleghi impegnati in attività di Ordine Pubblico ai quali va la solidarietà di tutta la Consap.

Gli scontri di oggi – sostiene il sindacato di polizia – sono il sintomo di una tensione sociale, che come poliziotti avevamo percepito e che cresce in maniera speculare al perdurare dell’incertezza lavorativa e al crescere delle difficoltà economiche delle categorie maggiormente colpite da oltre un anno di chiusure, un malessere diffuso che rischia di creare quel “brodo di cultura” dove possono trovare sfogo le formazioni pseudo politiche estremiste che hanno la loro ragion d’essere nell’odio contro le Forze di Polizia.

“Apprezziamo la vicinanza e il rigetto della violenza di tutti i partiti, ma il pericolo è reale e l’allarme va preso in seria considerazione: “La gran parte di chi era in piazza oggi, era gente disperata – spiega Gianluca Salvatori Responsabile Nazionale Consap per i Reparti Mobili – ora il Governo è chiamato ad ascoltare le ragioni di chi manifesta per disinnescare il rischio di favorire l’estremismo, solo ascoltando la richiesta di aiuto che promana da questo pezzo importante della società civile, dando dignità e risposte a chi si sente con le spalle al muro si potrà evitare che i tafferugli di oggi possano diventare prove tecniche per una guerriglia urbana domani”. 

Related posts

Legionella nelle tubature dell’Oncologico di Bari. Sgomberato l’ospedale, morto un paziente

Redazione Ore 12

Dissesto idrogeologico, denuncia Coldiretti: “Nove Comuni su dieci sono a rischio”

Redazione Ore 12

Velino, riprese le ricerche dei quattro escursionisti scomparsi

Redazione Ore 12