Roma Capitale

Servizi antidroga della Polizia di Stato: 14 persone arrestate nella Capitale

La rete dei controlli antidroga nella Capitale da parte della polizia ha portato all’arresto di 14 persone. In una nota diffusa dalla Questura di via San Vitale si riferisce in merito a diverse operazioni compiute nelle ultime ore in diverse zone della città.  Importante l’indagine degli investigatori del VII Distretto San Giovanni, che impegnati in un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato una donna di 53 anni per detenzione ai fini di spaccio. Rintracciata in strada e sottoposta ad un controllo anche in casa è stata trovata in possesso di 144 grammi di cocaina, 2200 euro in contanti, materiale per il confezionamento delle dosi e un bilancino di precisione.  Gli agenti del commissariato San Lorenzo hanno arrestato in flagranza di reato una ragazza di 20 anni. I poliziotti, informati sul continuo andirivieni di persone in un appartamento al piano terra del quartiere, lo hanno tenuto sotto controllo per capirne il motivo e hanno scoperto che era diventato il punto di riferimento di alcuni consumatori per comprare droga.  Dopo avere individuato un assuntore, noto alle forze dell’ordine, gli inquirenti sono entrati nella struttura e all’atto della perquisizione hanno trovato 51,34 grammi di hashish, 5 grammi di cocaina oltre ad un bilancino di precisione e materiale per confezionare le dosi.  In via Virgilio Talli, gli agenti del commissariato Celio, hanno notato un uomo salire a bordo di una macchina e nello stesso frangente scambiarsi con la donna al volante soldi e altro. Insospettiti da quegli strani movimenti, hanno immediatamente fermato i due trovando, all’interno dell’utilitaria, 23 involucri di cocaina dal peso di 15,50 grammi.  C.M. sono le iniziali di un 36enne romano arrestato, in via Fiastra, mentre cedeva delle dosi di droga ad un acquirente. L’uomo aveva indosso 7,90 grammi di cocaina e 550 euro in contanti mentre la successiva perquisizione domiciliare ha portato al sequestro di 319,10 grammi di hashish e 600 euro. Gli agenti  del VI distretto Casilino, invece, hanno arrestato P.N., 21enne romano. Il giovane nascondeva in un seminterrato/garage in via dell’Archeologia diversi involucri di droga tra cocaina ed hashish per un peso complessivo di 81,35 grammi più 235 euro in contanti. A Tor Bella Monaca sono circa 21 i grammi di cocaina sequestrati all’interno di un appartamento in uso ad un giovane pusher che, nonostante le limitazioni a cui era sottoposto per precedenti reati legati sempre alla droga, continuava la sua attività illecita.  L’attenzione degli agenti del IV distretto San Basilio si è invece concentrata intorno all’area verde tra via Nino Tamassia e via Chiaravalle dove, da un po’ di tempo, circolavano persone dubbie. E’ cosi che hanno potuto osservare che un uomo nascondeva sotto un vaso della droga, pronta per essere smerciata. Una volta fermato V.D. è stato trovato in possesso di 16,57 grammi di cocaina più 396 euro mentre sotto al vaso sono saltati fuori 30,21 grammi di cocaina.  Altri 2 arresti per droga sono stati effettuati dal personale della Polizia di Stato dei Distretti Tor Carbone e Aurelio dove sono stati rinvenuti circa 336 grammi di droga.

‘Coltivatore diretto’ di marijuana arrestato dai Carabinieri al Prenestino/Labicano

I Carabinieri della Compagnia Roma Casilina hanno arrestato un romano di 42 anni, incensurato, con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, in un garage di via Guglielmo degli Ubertini, aveva allestito una piccola, ma ben fornita, piantagione di marijuana. I militari sono arrivati a lui nel corso di un altro intervento eseguito nella zona, durante il quale i Carabinieri hanno avvertito un forte – e inconfondibile – odore di cannabis indica provenire da uno dei box della zona. Considerata la situazione, gli uomini dell’Arma hanno deciso di far scattare un servizio di osservazione, spostandosi in una posizione più defilata e meno visibile, durante il quale hanno notato il 42enne entrare e uscire più volte dal garage. L’insolito atteggiamento ha fortemente insospettito i Carabinieri che hanno, così, deciso di approfondire le verifiche sul suo conto: nel garage in suo uso, i militari hanno scoperto la piccola serra composta da 10 piante di marijuana con infiorescenze dal peso di 250 gr. circa, sistema di illuminazione e aerazione ad hoc, 4 barattoli contenenti 93 gr. di marijuana già essiccata, 3 bottiglie di fertilizzante e vario materiale per la coltivazione e il confezionamento delle singole dosi. Tutto il materiale è stato sequestrato, mentre il “coltivatore diretto” è stato portato in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Related posts

Zingaretti guida una delegazione di imprenditori del Lazio ad Expo Dubai

Redazione Ore 12

Disco verde del Consiglio regionale del Lazio al rendiconto generale e al consolidato

Redazione Ore 12

Al via “Progetto Klimt 2021-2022”

Redazione Ore 12