Roma Capitale

Sgarbi assessore alla Cultura nella tormentata Tor Bella Monaca

Sarà Vittorio Sgarbi a ricoprire la carica di assessore alla Cultura e Periferie del VI Municipio di Roma, quello delle Torri, fortino del centrodestra conquistato da Nicola Franco alle elezioni amministrative che hanno insediato in Campidoglio e negli altri 14 Municipi dell Capitale mini-sindaci della coalizione di centrosinistra guidata da Roberto Gualtieri.  Sgarbi era stato annunciato come assessore alle politiche culturali del Campidoglio, in caso di elezione del candidato di centrodestra Enrico Michetti, ma assolverà a questa nuova delega insieme all’incarico di parlamentare e primo cittadino di Sutri, piccolo comune in provincia di Viterbo. Sgarbi saluta la sua chiamata con un piccolo video social in cui spiega che “non sempre si può vincere, si deve anche saper perdere, e accettare per chi, come me, ha lavorato in città come Venezia e Firenze, la sfida di fare l’assessore delle periferie con l’amico presidente Nicola Franco, e rendere gaia la Torre Gaia, bella la Torre Monaca, angelica la Torre Angela. Trasformare questi luoghi con nomi legati alla loro cattiva nomea, Finocchio compreso, che sembrano luoghi di nomadi, disperati, poveri, visto che non c’è niente di più fertile della povertà, perché il povero non ha niente”, ha aggiunto. “E’ difficile fare l’assessore con Gualteri”, ha ironizzato Sgarbi, che ha annunciato: “porteremo alcune delle mostre che si fanno in centro, in periferia”.

 

Related posts

Disabili, c’è una Delibera della Regione Lazio nel mirino di Assotutela

Redazione Ore 12

San Giovanni tentato furto in gioielleria finisce con le manette. Coppia arrestata dai Carabinieri

Redazione Ore 12

Avevano preso di mira le boutique del Centro di Roma rubando capi di lusso, ma sono stati arrestati dai Carabinieri

Redazione Ore 12