Roma Capitale

Spaccio e furti, arresti della Polizia in varie zone della Capitale

Sono 5 le persone arrestate nelle ultime ore durante il controllo del territorio da parte della Polizia di Stato. Resistenza, violenza, lesioni a Pubblico Ufficiale, detenzione ai fini di spaccio e furto aggravato i reati contestati. Intervenuti in via Ulpiano per una segnalazione di lite tra due persone, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Borgo hanno arrestato un 27enne del Bangladesh, regolare sul Territorio Nazionale. L’uomo stava bussando insistentemente e in maniera animata alla porta di uno studio di avvocati, e quando i poliziotti hanno cercato di riportarlo alla calma, questo li ha colpiti opponendo resistenza. L’arresto è stato convalidato, e il soggetto condannato a 6 mesi con pena sospesa. Dovranno invece rispondere di detenzione ai fini di spaccio 2 soggetti italiani, una 50enne e un 18enne. Sono gli agenti del Commissariato Colombo che, in Via Cortemilia, hanno sorpreso il giovane 18enne mentre, dopo essere uscito da una abitazione, cedeva un involucro contenente 1 kg. di hashish confezionato in panetti da 100 grammi al 50enne. Quest’ultimo, in cambio, gli consegnava 4700 euro in contanti. Perquisita l’abitazione, sono stati rinvenuti ulteriori 5 kg. di hashish già confezionati in panetti da un etto ciascuno. A seguito di convalida dell’arresto per entrambi è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. Gli agenti della sezione volanti hanno arrestato un cittadino ghanese di 28 anni gravemente indiziato dei reati di danneggiamento ai beni dello stato, lesioni a pubblico ufficiale e resistenza a pubblico ufficiale,  poichè all’interno della sala d’attesa, prima di essere foto segnalato, ha dato in escandescenza rompendo la porta e aggredendo uno degli agenti che ha cercato di fermarlo, riportando 2 giorni di prognosi. L’arresto è stato convalidato. Dovrà rispondere di furto aggravato, invece, una 32enne italiana che, dopo essere entrata all’interno di un negozio del Centro Commerciale Porta di Roma, ha asportato alcuni capi di abbigliamento manomettendo la placca antitaccheggio, per un valore di circa 200 euro. Bloccata dagli agenti della Sezione Volanti è stata arrestata. Arresto convalidato. Ad ogni modo tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

Related posts

Rifiuti, l’accusa della Lega: “Mancanze gestionali da Raggi e Zingaretti”

Redazione Ore 12

Zingaretti: “Nuovo playground nel complesso Ater Torre Gaia”

Redazione Ore 12

Discarica di Monte Carnevale, l’Ue supporta le considerazioni del Gip. Esaminato l’esposto

Redazione Ore 12