Regioni

Tap, 1800 ulivi sul tracciato dell’opera. Ricostruiti anche 120 storici muretti a secco

Con il gasdotto pienamente operativo dal 31 dicembre e il completamento dei ripristini ambientali nelle zone interessate dalla posa della tubazione (piantumazione di quasi 1800 ulivi e ricostruzione di 120 muretti a secco), a partire dalla prossima settimana Tap avvierà la campagna di riconsegna dei terreni ai legittimi proprietari, ultimo passaggio necessario a restituire il territorio nelle stesse condizioni in cui I proprietari dei terreni – fa sapere Tap – potranno disporne in base alle loro necessità, rispettando però alcune indicazioni fondamentali per garantire la sicurezza e l’esercizio sicuro del gasdotto. Per eventuali lavorazioni lungo l’asse della condotta, Tap fa sapere inoltre che ogni attività dovrà essere effettuata in completa sicurezza, attenendosi ad alcune regole e avvisando preventivamente Tap attraverso il numero verde dedicato 800484484. La campagna informativa “Prima chiami, poi scavi” avrà inizio il 15 marzo con affissioni, post sui canali social di Tap e conterrà linee guida e un video tutorial sulle attività ammesse e non ammesse in prossimità del gasdotto. 

Related posts

Poste Italiane, riapre il 25 marzo completamente rinnovato l’ufficio di Fiumicino Paese

Redazione Ore 12

La Valle d’Aosta verso la Zona Bianca. E’ la prima volta in Italia dall’inizio della pandemia

Redazione Ore 12

Una ‘Freccia’ per la Sicilia. Alta velocità da Messina a Palermo

Redazione Ore 12