Roma Capitale

Torna a Santa Maria in Trastevere il tradizionale pranzo di Natale con i meno fortunati

Dopo lo stop dello scorso anno imposto dalla pandemia torna, grazie alle vaccinazioni, il pranzo di Natale a Santa Maria in Trastevere, nel rispetto delle misure anti-Covid. Il 25 dicembre 150 persone senza dimora, anziani e rifugiati, muniti di green pass, si troveranno nella basilica dove è nata la tradizione del Natale con i poveri, amici di tutto l’anno della Comunità di Sant’Egidio. A tavola verrà servito, con apparecchiatura e posate compostabili, il menù tradizionale della festa (lasagne, polpettone, lenticchie, dolci natalizi) e ciascuno riceverà un dono personalizzato, come avviene in ogni famiglia.  “Tante le iniziative che si terranno in contemporanea, anche grazie alla campagna sms con il numero solidale 45586, e che raggiungeranno complessivamente 80mila persone in Italia e 240mila nel mondo (‘feste del dono’, con distribuzioni di pasti da asporto, regali e pacchi alimentari) per lanciare un forte messaggio di speranza di fronte ad una pandemia che sta ancora provocando forti difficoltà non solo per la salute ma anche a livello economico e sociale”.

Related posts

Politiche sociali capitoline, più di 300 posti letto per i senza tetto

Redazione Ore 12

Attività aperta oltre l’orario consentito e clienti in assembramento, sanzione e chiusura per un bar di via Montebello a Castro Pretorio

Redazione Ore 12

Assalto alla Cgil, altri arresti e obblighi di dimora. Nella notte il blitz della Digos

Redazione Ore 12