Roma Capitale

Ama e i conti: “Nel primo semestre 2021 sensibile riduzione dei debiti”

“Sono risultati che premiano una gestione finanziaria oculata e responsabile e che, grazie anche alle azioni di risanamento messe in atto dal socio Roma Capitale, fanno di Ama un’azienda oggi sana e solida – sottolinea l’amministratore unico di Ama Stefano Zaghis – Il decremento dell’esposizione debitoria è stato possibile anche a fronte di una maggiore regolarità nei pagamenti, con la contestuale riduzione, tra l’altro, del rischio di possibili addebiti di interessi passivi moratori. A questo si è aggiunta la regolarizzazione degli incassi delle fatture mensili da parte dell’Amministrazione capitolina”. Va inoltre specificato che le attività di riconciliazione dei reciproci crediti e debiti fra Ama e Roma Capitale, avviate negli anni precedenti (in particolare negli ultimi 24 mesi come da memorie di Giunta n. 30 e n. 32) e finalizzate all’approvazione del bilancio del 2017, hanno permesso la significativa riduzione del valore di entrambe le partite. I crediti di Ama verso il Socio unico si sono infatti ridotti di ben due terzi (- 69%), passando dai 900 milioni del 2016 ai 280 milioni di giugno 2021. Allo stesso modo, nel medesimo lasso temporale, l’incasso di alcuni crediti pregressi verso Roma Capitale e l’utilizzo delle disponibilità liquide hanno permesso ad Ama di ridurre del 61% la propria esposizione debitoria riferita ai rapporti con il Socio, che, a giugno 2021, si è attestata a 257 milioni a fronte dei 666 del 2016.

Related posts

Turismo, bando della Regione Lazio per rilanciare il comparto

Redazione Ore 12

Michetti con la Gruber: “Da lei parole false e vergognose”. Poi su Calenda e l’appoggio a Gualtieri: “Per me non cambia nulla”

Redazione Ore 12

D’Amato (Regione Lazio) sulla sanità: “Ridurre le disuguaglianze”

Redazione Ore 12