Roma Capitale

Amministrative Roma, Calenda: siamo alla fine delle pantomime

“Mi pare di capire che siamo alla fine di alcune pantomime”, lo scrive Carlo Calenda, leader di Azione e candidato sindaco a Roma, spiegando in tre punti: “1) Zingaretti che dice che non sarebbe serio candidarsi mentre gestisce una regione durante una pandemia con la stessa veemenza con cui dichiarava ‘mai con i 5S ci sono solo le elezioni’; 2) le primarie intoccabili (che verranno spostate a uso e consumo del candidato); 3) l’alleanza con i 5S. Dopo 18 mesi di incensamento di Conte, Zingaretti se lo troverà contro alle elezioni. E dovrà anche regalargli la Regione Lazio”. Quindi “tutto bene: coerenza, serietà, schiena dritta Aggiungerei la discontinuità e la linea riformista del tandem Letta/Boccia. O Boccia/Letta. A seconda della prospettiva”.

Related posts

Protesta dei penalisti di Roma: “Intercettare un avvocato è intimidazione”

Redazione Ore 12

Roma, Osp. San Giacomo, Becchetti (Lega) “Politica sanitaria Pd ha prodotto danni, chieda scusa a romani”

Redazione Ore 12

Abusivismo, Roma: polizia sequestra banco in area Stadio Olimpico

Redazione Ore 12