Politica

Andrea Agnelli e la Juventus travolti dalla SuperLega. Passo indietro anche di Inter e Milan

A poco più di 48 ore dall’annuncio della sua nascita la Superlega si sfalda: e dopo la rinuncia delle sei squadre inglesi e, a notte fonda, dell’Inter (‘Non siamo più interessati al progetto’) arrivano le parole di Andrea Agnelli. Poi in tarda mattinata si sfilano anche l’Atletico Madrid e il Milan. ‘Il progetto della Superlega non esiste più senza i club inglesi’. Lo ammette alla France Presse l’entourage del presidente della Juventus.  “Pur rimanendo convinta della fondatezza dei presupposti sportivi, commerciali e legali”, La Juventus ritiene che il progetto Superlega “presenti allo stato attuale ridotte possibilità di essere portato a compimento nella forma in cui è stato inizialmente concepito”. Lo precisa il club, commentando in una nota l’intenzione di alcuni club di abbandonare il progetto. “La Juventus rimane impegnata – aggiunge la nota – nella ricerca di costruzione di valore a lungo termine per la Società e per l’intero movimento calcistico”.  La notizia della “resa di Andrea Agnelli, sul progetto Superlega ha scatenato i commenti sui social. Dalla tribuna virtuale la soddisfazione dei tifosi ma anche tanta ironia da parte di appassionati del calcio, e non solo. In fuga anche Inter e Milan. “FC Internazionale Milano conferma che il Club non fa più parte del progetto Superlega”. Così l’Inter annuncia di essersi sfilata dal progetto Superlega in maniera ufficiale. “Siamo sempre impegnati a dare ai tifosi la migliore esperienza calcistica – continua – l’innovazione e l’inclusione sono parte del nostro DNA fin dalla nostra fondazione. Il nostro impegno con tutte le parti interessate per migliorare l’industria del calcio non cambierà mai. L’Inter crede che il calcio, come ogni settore di attività, debba avere interesse a migliorare costantemente le sue competizioni, per continuare ad emozionare i tifosi di tutte le età in tutto il mondo, in un quadro di sostenibilità finanziaria. Con questa visione continueremo a lavorare insieme alle istituzioni e a tutte le parti interessate per il futuro dello sport che tutti amiamo”. Anche il Milan chiude al progetto della Superlega. Nessun comunicato ufficiale ma questo progetto di fatto si è chiuso e il Milan continuerà quindi a concentrarsi sul campionato e a lavorare per fare crescere il Club.

Related posts

Ddl Zan, parla il cardinale Parolin: “Dal Vaticano nessuna richiesta di blocco della Legge”

Redazione Ore 12

A febbraio oltre un milione di famiglie con il Reddito di cittadinanza

Redazione Ore 12

Draghi firma il Dpcm sulle linee guida che accompagneranno l’obbligatorietà dell’utilizzo del Green Pass nel Pubblico e nel Privato

Redazione Ore 12