Covid

Appello dalla Commissione Ue ai Paesi membri: “Colmare il divario nelle vaccinazioni”

Dobbiamo “vaccinare quanti più cittadini europei il più presto possibile” e in modo coordinato, per “colmare il gap di immunizzazione” dal Covid nei paesi dell’Ue che sono rimasti indietro nei tassi di vaccinazione; questi paesi “rappresentano un rischio per l’Ue nel suo insieme”, perché “danno respiro alle varianti più severe e più trasmissibili” del virus. Lo ha detto questa sera a Bruxelles la commissaria europea responsabile per la Salute, Stella Kyriakides, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri della Sanità dell’Ue.  “Tutti noi nella riunione di oggi – ha riferito la commissaria – abbiamo riconosciuto che ci troviamo di fronte a una situazione epidemiologica molto impegnativa a causa della combinazione di diversi fattori: l’elevata trasmissibilità della variante Delta, insieme all’ampio gap vaccinale e all’allentamento delle misure non farmaceutiche e dei comportamenti personali”. “Avevamo detto – ha ricordato Kyriakides – che l’inverno sarebbe stato un periodo impegnativo, e da due settimane stiamo seguendo da vicino i nuovi sviluppi relativi alla variante Omicron. Mentre aspettiamo che la scienza ci dia ulteriori informazioni, dobbiamo agire con urgenza ora e in modo coordinato. Abbiamo strumenti per rispondere rapidamente all’evolversi della situazione, a cominciare dai vaccini”.
“Dobbiamo usare urgentemente i vaccini – ha sottolineato la commissaria – per colmare il divario di immunizzazione. Dobbiamo vaccinare il maggior numero di cittadini dell’Ue il più rapidamente possibile, dobbiamo proteggere più persone dalle conseguenze più gravi del virus e dalla diffusione di nuove varianti”.

aggiornamento pandemia Covid dell’8 dicembre ore 11.53

Related posts

Covid, c’è una variante, la Mu, tutta da scoprire. Ha preso vita in Colombia

Redazione Ore 12

Giù l’età media dei contagi da Covid, ora è a 37 anni

Redazione Ore 12

D’Amato (Regione Lazio): “Record di over 80 vaccinati. Somministrate oltre 50mila dosi”

Redazione Ore 12