Esteri

Attacco alla metro di New York, in cinque si dividono la taglia (50mila euro) per l’arresto del presunto responsabile

“I cittadini sono le persone per le quali lavoriamo ma qualche volta sono anche i nostri migliori alleati”. Con queste parole, messe nero su bianco in un comunicato, il capo della polizia di New York, Keechant Sewell ha sottolineato l’importanza di piccoli dettagli che in situazioni come la sparatoria nella metro siano fondamentali.   Grazie a questi dettagli si è arrivati a catturare Frank James  62enne, afroamericano accusato di terrorismo dopo l’attacco della metropolitana in cui sono rimaste ferite 29 persone, di cui dieci colpite direttamente da lui.  All’interno della stazione quel giorno le telecamere non funzionavano e così la polizia ha offerto 50mila dollari a chiunque sia in grado di fornire informazioni che portino all’arresto del responsabile.  Si controllano i video dei testimoni, a caccia di indicazioni e per incrociare le informazioni a sua disposizione. I pezzi della ricostruzione iniziano ad incastrarsi.  Frank James  viene  identificato da un passante mentre era seduto a un McDonald’s vicino dal luogo della sparatoria. L’uomo non ha opposto resistenza.  Ora dunque sono cinque le persone che si spartiranno la ricompensa da 50mila dollari.

Related posts

Birmania senza pace ancora proteste e vittime della repressione dei golpisti

Redazione Ore 12

Gli Usa risarciranno le famiglie delle vittime uccise per errore a Kabul da un drone. I talebani vogliono estendere la richiesta anche per altri episodi

Redazione Ore 12

Iran, Israele: “Teheran ha superato tutte le linee rosse”. Alto il rischio di un conflitto

Redazione Ore 12