Cronaca

Brescia, stalker minorenni si accanivano contro una coetanea. Per loro la misura dell’arresto domiciliare

Un gruppo di ragazze poco più che 15enni è stato raggiunto da un’ordinanza cautelare emessa dal gip del Tribunale dei minori di Brescia. Le giovani sono accusate di percosse, lesioni e atti persecutori ai danni di una loro coetanea. I provvedimenti vanno dall’affido in comunità agli arresti domiciliari con il permesso di recarsi a scuola. I provvedimenti, disposti dal gip del Tribunale per i minorenni di Brescia su richiesta dei pm per i minori, sono scattati al termine dell’indagine condotta dalla carabinieri di Gussago che hanno consentito di identificare compiutamente le sette ragazze responsabili di una brutale e violenta aggressione, avvenuta ad aprile scorso al Parco San Polo di Brescia nei confronti di una coetanea. Tre di loro non sono imputabili perché minori di quattordici anni. Secondo la ricostruzione degli investigatori, la vittima venne aggredita perchè frequentava l’ex fidanzato di una delle quindicenni coinvolte. Le indagini, dirette dalla Procura dei Minori di Brescia e avviate dopo la denuncia presentata dalla vittima ai Carabinieri di Gussago, si sono basate anche sull’analisi dei social network, canale di comunicazione prediletto dai giovani. Gli investigatori hanno accertato che la vittima, conosciuta dalle indagate, era da tempo destinataria di minacce e molestie da parte del gruppo. Il tutto veniva spesso ripreso e pubblicato sui propri profili “Instagram” dalle autrici delle aggressioni che inviavano i video tramite la piattaforma whatsapp a gruppi di amici. Una delle responsabili delle aggressioni è stata affidata ad una comunità mentre le altre tre sono state condotte presso le rispettive residenze ed affidate ai genitori con prescrizione di divieto di uscire di casa se non per contatti con l’ufficio dei servizi sociali minorili e la frequenza scolastica secondo il tragitto più breve.

Related posts

Baby bulli pestano un 13enne a Napoli. Tutti segnalati alla magistratura dai Carabinieri

Redazione Ore 12

Allarme a Capri, troppe barche sotto costa e il Comune mette barriere e boe

Redazione Ore 12

Funivia del Mottarone, la cabina dovrà essere rimossa entro il 15 ottobre

Redazione Ore 12