Politica

Brunetta disegna la nuova pubblica amministrazione. Contratti a termine (5 anni) e concorsi tutti digitalizzati

“Dare numeri adesso non sarebbe serio. Prenderemo tutti quelli che saranno necessari, né di più né di meno”. Il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, in un’intervista alla Stampa, ribadisce l’avvio di una nuova stagione per le amministrazioni pubbliche, grazie al Recovery, con nuove assunzioni anche se con contratti a termine “ma di cinque anni – prosegue il ministro – e finanziati dagli stessi progetti che si andranno a realizzare. Per il reclutamento sto allestendo un portale fortemente innovativo, procederemo con grande velocità e trasparenza. È di due giorni fa una piccola ma significativa rivoluzione: nei concorsi pubblici basta carta e penna, saranno digitalizzati dall’inizio alla fine. Parallelamente è in preparazione un decreto di accompagnamento e anticipazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Ne stiamo ragionando col presidente Draghi”. “L’idea – spiega – è di mettere in campo il prima possibile alcune riforme necessarie per accompagnare e implementare i progetti finanziati dall’Europa. Non puoi puntare alla transizione digitale e ambientale se non intervieni prima su semplificazione, reclutamento e governance. È ciò che intendiamo fare a strettissimo giro rilanciando la macchina pubblica”.

Related posts

Landini conferma lo sciopero ma..

Redazione Ore 12

Salvini ritorna al vecchio slogan e alle elezioni siciliane lancia il contenitore ‘Prima l’Italia”

Redazione Ore 12

Pd e Articolo Uno sempre più vicini. Ricomposta la frattura politica

Redazione Ore 12