Roma Capitale

Calenda spariglia, al secondo turno potrei sostenere Gualtieri

“Io ho detto che al secondo turno voterò Gualtieri. Mentre quando ho chiesto al Pd se mi sosterranno in caso io vada al ballottaggio con Raggi non mi hanno mai risposto”. Lo ha sottolineato, fra l’altro, il leader di Azione candidato Sindaco a Roma Carlo Calenda, ospite su Rai3 a Mezz’Ora in Più, annunciando che è in preparazione una sua “lettera a tutti i cittadini romani per presentarmi e dirgli che cosa vorrei fare nella nostra città”.
“Io – ha detto ancora Calenda sulla sua competizione con il candidato del Pd- non ho nessun problema personale con Gualtieri. Anzi, è una persona che conosco e stimo. Ma lui deve scrollarsi di dosso la classe dirigente locale del Pd: di questa roba qua bisogna fare piazza pulita o non si cambia niente. Con loro nemmeno Superman ce la farebbe”. Immediata la replica dell’ex ministro delle Finanze: “Da ministro ho istituzionalmente collaborato bene con la Sindaca di Roma Raggi come ho avuto e ho ottimi rapporti con i Cinque Stelle a partire da Giuseppe Conte di cui ero ministro. Ma che questa amministrazione di Roma ha lavorato male è evidente a tutti”. Lo ha affermato, fra l’altro, il candidato in pole alle primarie Pd per il Campidoglio Roberto Gualtieri, ospite a Mezz’Ora in Più su Rai3. “Non farà mai – ha ribadito ancora una volta Gualtieri – una campagna di attacchi personali ma è un fatto oggettivo e bisogna voltare pagina”. “Io – ha sottolineato ancora Gualtieri- chiederà i voti a tutti i cittadini romani. E, al ballotaggio, mi rivolgerò in primo luogo anche agli elettori di Cinque Stelle e di Calenda. E ho fiducia di poter ottenere anche questo sostegno”.

Related posts

Emergenza casa, presidio degli inquilini a Montecitorio

Redazione Ore 12

San Basilio, scoperti dai Carabinieri ben 2 chili di cocaina nascosti in un furgone. Arrestato commerciante albanese

Redazione Ore 12

Faccia a faccia Salvini-Calenda a Porta Portese

Redazione Ore 12