Covid

Covid-19, grazie alle vaccinazioni diminuito del 95% il rischio morte e del 90% i ricoveri

(Red) Ottime notizie dall’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità che si occupa di lotta a Sars Cov-2. Notizie importanti quanto ai risultati ottenuti dalle vaccinazioni e sui terreni della diffusione del contagio e della mortalità legati alla malattia. Gli ultimi dati sull’efficacia e i tempi di immunizzazione grazie ai vaccini sono assolutamente incoraggianti. “I rischi di infezione da Sars-CoV-2, ricovero, ammissione in terapia intensiva e decesso diminuiscono rapidamente” nelle persone vaccinate contro Covid-19, emerge dal report dell’Istituto superiore di sanità e del ministero della Salute sull”Impatto della vaccinazione Covid-19 sul rischio di infezione da Sars-CoV-2 e successivo ricovero e decesso in Italia’. “Dopo le prime due settimane e fino a circa 35 giorni dalla somministrazione della prima dose. Dopo i 35 giorni si osserva una stabilizzazione di questa riduzione che è di circa l’80% per il rischio di diagnosi, il 90% per il rischio di ricovero e di ammissione in terapia intensiva e il 95% per il rischio di decesso”. Il report si riferisce a circa 14 milioni di vaccinati con almeno una dose, quasi un quarto della popolazione italiana. Va detto che ad oggi non sono disponibili né i risultati relativi a ciascun vaccino né alle due tipologie finora utilizzate (basate su Rna messaggero e vettore virale) in quanto “i vaccini sono stati introdotti in fasi successive e somministrati a popolazioni con diverso profilo di rischio”. Per avere a disposizione risultati più solidi e confrontabili è quindi “necessario attendere un tempo di follow-up più lungo”.
aggiornamento vaccini 13 .29 del 7 giugno 2021

Related posts

L’India con Serum blocca l’export dei vaccini anti-Covid

Redazione Ore 12

Covid, la metà dei casi e un decesso su quattro in India

Redazione Ore 12

Covid-19, Italia: 6.171 nuovi contagi su 224.790 tamponi e 19 decessi in 24 ore, 67.223.679 i vaccinati

Redazione Ore 12