Covid

Dal primo luglio scatta la validità del Green Pass Ue

Più semplice viaggiare. La certificazione rilasciata a chi ha avuto già le vaccinazioni o è risultato negativo al test/molecolare o è guarito dal Covid

Dal 1 luglio sarà attivo il Green Pass europeo che renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen. Viene rilasciato a chi è stato vaccinato contro il Covid o ha ottenuto un risultato negativo al test molecolare/antigenico o è guarito dal Covid. Il Green Pass contiene un QR Code per verificarne autenticità e validità. La certificazione, in formato digitale e stampabile, emessa dalla piattaforma nazionale del ministero della Salute, potrà essere richiesta per partecipare a eventi pubblici, per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in zona rossa o zona arancione. Sotto i riflettori la decisione della Germania di vietare l’ingresso di persone provenienti dal Portogallo, considerato un Paese in cui la variante Delta del coronavirus Sars-CoV-2 è dominante. Una decisione che “non sembra essere in linea” con le raccomandazioni del Consiglio sulle restrizioni di viaggio nell’Ue, ha detto ieri il portavoce della Commissione Europea per la Giustizia Christian Wigand, durante il briefing con la stampa a Bruxelles. Lunedì, ha aggiunto Wigand, i commissari Didier Reynders, Thierry Breton e Stella Kyriakides “hanno mandato una lettera ai 27 Stati membri, chiedendo un’attuazione puntuale e coerente della raccomandazione sulle restrizioni alla libertà di movimento nell’Ue” e sul Green Pass. I commissari nella missiva “incoraggiano con forza” gli Stati membri ad “applicare la raccomandazione il prima possibile. In particolare, devono assicurare le esenzioni per le persone pienamente vaccinate e per quelle guarite, per favorire i ricongiungimenti familiari. Questo dovrebbe essere fatto entro il primo luglio”, quando entrerà in vigore il regolamento sul Green Pass. “Dobbiamo naturalmente – ha continuato Wigand – rimanere vigili sulla variante Delta e non dimenticare che il coordinamento” tra gli Stati membri è “essenziale”. La Commissione ha esortato gli Stati a procedere con la messa in atto tecnica del Green Pass, in modo che sia operativo dal primo luglio.

Related posts

Per l’Ecdc “la terza dose di vaccino al momento non è urgente”

Redazione Ore 12

Ancora senza vaccinazione oltre 3,5 mln di italiani over 50

Redazione Ore 12

Covid, Lazio: “Dati in peggioramento”

Redazione Ore 12