Primo piano

E’ morto Antonio Catricalà. Suicidio nella sua casa romana dei Parioli con un colpo di pistola alla testa

L’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell’Antitrust, Antonio Catricalà, è stato trovato morto nella sua abitazione a Roma, nel quartiere Parioli. Catricalà, secondo quanto si apprende da fonti investigative, si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di pistola. Sul posto è presente la Polizia e la Scientifica. Il Consiglio direttivo dell’Istituto grandi infrastrutture pochi giorni fa lo aveva nominato presidente. Catricalà, ex magistrato ed esponente del governo Letta, è stato presidente dell’Autorità garante della concorrenza tra il 2005 e il 2011. Nella carica di presidente Igi era succeduto a Luigi Gianpaolino, alto magistrato di lungo corso, morto il 2 novembre 2020 per un malore improvviso. Antonio Catricalà era docente di diritto privato all’Università Unipegaso e professore a contratto di Diritto dei consumatori all’Università Luiss di Roma.

Da aprile 2017 era presidente di Adr Aeroporti di Roma (socio Igi). Quanto alla sue precedente esperienza di governo, Catricalà era stato sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri nel 2011-2013 nel governo Monti e viceministro allo Sviluppo economico nel 2013-2014 nel governo Letta.

Related posts

Tutti in fuga da un’idea che avrebbe mandato in frantumi il mondo del calcio

Redazione Ore 12

Decreto legge obbligo del certificato verde dal 15 ottobre, la posizione della Consap: “Tamponi gratuiti per i poliziotti”

Redazione Ore 12

Poste Italiane chiedono alle Istituzioni priorità per i vaccini a portalettere ed impiegati di sportello

Redazione Ore 12