Primo piano

E’ morto lo scrittore Daniele Del Giudice

È morto nella notte tra mercoledì e giovedì lo scrittore Daniele Del Giudice. Aveva 72 anni e da tempo era gravemente malato. Sabato 4 settembre il Premio Campiello gli avrebbe consegnato un riconoscimento per la sua carriera, iniziata nel 1983 con il romanzo d’esordio ‘Lo stadio di Wimbledon’, pubblicato da Einaudi come tutti i suoi successivi libri. Lanciato da Italo Calvino, Del Giudice è stato uno dei più importanti scrittori italiani degli ultimi quarant’anni. Tra i riconoscimenti ottenuti il Premio Viareggio Opera Prima nel 1983, il Premio Letterario Giovanni Comisso nel 1985, il Premio Bergamo nel 1986, il Bagutta nel 1995 e, per due volte, nel 1994 e 1997, è stato selezionato per il Campiello. Nel 2002 aveva ricevuto il Premio Feltrinelli dall’Accademia dei Lincei per l’opera narrativa.
Tra le sue opere più importanti: ‘Atlante occidentale’ (1985), che racconta il rapporto tra il fisico Pietro Brahe e lo scrittore Ira Epstein; ‘Nel museo di Reims’ (1988), storia di Barnaba e del suo volersi fissare nella memoria le immagini di un museo, prima di diventare cieco; ‘Staccando l’ombra da terra’ (1994), libro che contiene sei racconti dedicati al volo; ‘Mania’ (1997) e ‘Orizzonte mobile’ (2009).
“Con la morte di Daniele Del Giudice oggi l’Italia perde uno scrittore unico la cui rara sensibilità narrativa e letteraria è stata riconosciuta ovunque e testimoniata dai numerosi premi ricevuti nel corso della sua carriera. Il mondo della cultura si stringe con affetto intorno ai suoi cari nel saluto ad un autore prezioso”. Lo dichiara il ministro della Cultura Dario Franceschini, in ricordo dello scrittore Daniele Del Giudice.

Related posts

Caso Morisi archiviato, la decisione presa dalla Procura di Verona

Redazione Ore 12

Bonaccini: “Zaki sia libero e cittadino italiano”

Redazione Ore 12

Mobilità, Aci: “Luceverde” al via

Redazione Ore 12