Esteri

Firmata la dichiarazione di Brest su oceani e mari

Il ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, insieme ai ministri di Francia, Spagna, Norvegia, Regno Unito e Portogallo riuniti a Brest, in Bretagna, in occasione del On Ocen Summit organizzato dalla Presidenza francese del Consiglio dell’Unione europea, ha adottato la «Dichiarazione di Brest» per la trasformazione di Mercator Ocean, società senza scopo di lucro, in un’organizzazione internazionale dedicata a oceani e mari. Oceani e mari sono al centro delle principali sfide ambientali, climatiche, economiche e sociali per affrontare le quali è necessario avere accesso a una conoscenza affidabile e a informazioni scientificamente solide e condivise. Non esistendo, a oggi, un’istituzione internazionale dedicata a oceani e mari, i ministri si sono impegnati a costituirne una incaricata di definire una rappresentazione digitale degli oceani e dei fondi marini e la condivisione di dati che possano essere alla base di politiche di salvaguardia dell’ambiente, di protezione della bio-diversità, di sicurezza e sfruttamento sostenibile delle risorse marine, per la prevenzione delle catastrofi nazionali. La nuova istituzione internazionale nascerà recependo anche l’invito dell’Unione europea a unire le forze per approfondire la conoscenza dei mari e si baserà sull’esperienza dell’organizzazione no-profit Mercator Ocean International che, di conseguenza, cambierà lo stato legale.

Related posts

Il Papa e la scienza: “Grazie per i progressi compiuti soprattutto in questi ultimi tempi”

Redazione Ore 12

Gb, piccolo intervento al cuore per il Principe Filippo

Redazione Ore 12

La Groenlandia ha perso 4.200 km3 di ghiaccio e il mare è cresciuto di 1,2 cm

Redazione Ore 12