Roma Capitale

Fiumicino, finanziere trovato morto nella sua abitazione insieme alla compagna. Probabile omicidio-suicidio

Avrebbe ucciso la sua compagna e poi, con la stessa arma di ordinanza, si sarebbe tolto la vita. Un brigadiere della guardia di finanza, il 53enne Maurizio Zannolfi, e la compagna sono stati trovati morti nel pomeriggio in un’abitazione a Fiumicino. A dare l’allarme gli stessi colleghi del militare che, non vedendolo in servizio e non riuscendolo a contattare, si sono preoccupati.  Arrivati di fronte all’abitazione del brigadiere, i finanzieri hanno visto che c’era la sua auto ma nessuno in casa rispondeva: poco dopo il tragico ritrovamento. Nell’appartamento la polizia scientifica ha effettuato a lungo i rilievi. I corpi sono stati trovati sul divano, uno sull’altro. Da chiarire quanti colpi siano stati esplosi. Fin dal primo momento gli investigatori hanno ipotizzato un omicidio-suicidio. Sembrerebbe che durante i rilievi inoltre in casa sia stata trovata una lettera in cui verrebbe annunciato il gesto e spiegato che la coppia era d’accordo. Il biglietto è ora al vaglio degli investigatori. 

Related posts

Sotto gli effetti della droga mette sottosopra la casa della madre e l’aggredisce violentemente. 31enne arrestato dai Carabinieri alla Magliana

Redazione Ore 12

Ponte dell’Industria all’Ostiense riaprirà entro 10 giorni

Redazione Ore 12

Colleferro (Rm), 65enne arrestato dai Carabinieri per possesso di stupefacenti

Redazione Ore 12