Roma Capitale

Gioco d’azzardo, c’è il via libera al Bando di Coprogettazione per la rete d’intervento a Roma

È  disponibile il primo di una serie di avvisi pubblici volti alla promozione e allo sviluppo di una rete integrata di interventi di prevenzione e presa in carico del gioco d’azzardo promossa dalla Regione Lazio in collaborazione con le aziende pubbliche di servizi alla persona e il terzo settore. Ne dà notizia in un comunicato l’Azienda pubblica di servizi alla persona “Asilo Savoia”, soggetto attuatore per l’ambito territoriale di Roma Capitale individuato dalla Regione Lazio attraverso apposita manifestazione di interesse. A seguito dell’adozione di specifiche linee guida di indirizzo, è stata pertanto programmata un’azione strutturata e sinergica volta a realizzare complessivamente sul territorio regionale, in ottica di sussidiarietà, una rete di unità di strada e gruppi di mutuo aiuto che andranno ad aggiungersi in maniera complementare ai servizi già erogati attraverso le ASL al preciso scopo di intercettare i fenomeni sommersi, farli emergere ed indirizzarli verso i percorsi di sostegno e terapia necessari. L’intervento, che complessivamente impegna su un biennio risorse regionali pari ad oltre 3 milioni di euro, è articolato in 6 distinti ambiti territoriali, uno per ciascuna provincia e 2 per la Città Metropolitana di Roma ed impegna le aziende pubbliche di servizi alla persona, recentemente riformate e rilanciate con la l.r. 2/2019, quali co-protagonisti, in nome e per conto della Regione Lazio, dei processi di governance e soggetti chiamati, attraverso apposite istruttorie di co-progettazione, a perseguire obiettivi di sussidiarietà orizzontale in un’armonica e reciproca interazione con i soggetti del terzo settore aventi una comprovata expertise nello specifico ambito di intervento. Il processo di costruzione della rete, che entro il mese di marzo coinvolgerà progressivamente l’intero territorio regionale,  parte dal territorio più ampio e complesso, quello di Roma Capitale, dove l’Asilo Savoia, ASP individuata dalla Regione quale soggetto attuatore per il rispettivo ambito territoriale, ha appunto pubblicato il relativo avviso – avente scadenza l’11 febbraio p.v. – per la individuazione dei soggetti del terzo settore chiamati a configurare e rendere operative complessivamente 9 unità di strada e altrettanti gruppi di mutuo aiuto per un importo totale pari ad oltre 1 milione di euro. “La progettualità – osserva l’Assessora alle Politiche Sociali della Regione Lazio Alessandra Troncarelli – costituisce lo sviluppo e la sistematizzazione a livello territoriale di Roma Capitale, secondo quanto definito dalla DGR del 05 agosto 2021 n.551, per la realizzazione di interventi territoriali per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico, nonché, con le stesse finalità, per la costruzione e il rafforzamento di sistemi locali improntati all’integrazione dei servizi pubblici socio-sanitari per le dipendenze patologiche e della salute mentale con i soggetti locali del Terzo Settore (ETS), del cooperativismo sociale, del volontariato, dell’associazionismo civico, delle comunità informali e religiose, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei pensionati”. “Le Asp – conclude l’assessore Troncarelli -, operando in sinergia con Regione, enti locali, e Terzo Settore, costituiscono un ponte tra le istituzioni e i cittadini, riuscendo così ad intercettare in maniera diretta i bisogni e le istanze degli stessi. Il loro coinvolgimento risulta pertanto una preziosa risorsa per promuovere una qualificazione dei servizi sul territorio, che punti anche a un superamento della frammentarietà degli interventi. Ringrazio in particolare l’ASP Asilo Savoia che, con il presente avviso, si impegna concretamente per una presa in carico della singola persona con dipendenza patologica, non dimenticando di offrire un fondamentale sostegno e supporto anche ai suoi famigliari”. “Ringrazio la Regione Lazio e l’Assessore Troncarelli – aggiunge il Presidente di ASP Asilo Savoia Massimiliano Monnanni – per aver valorizzato su un settore di così rilevante impatto sociale le potenzialità e il ruolo delle ASP quali articolazioni operative della Regione Lazio nella costruzione di un sistema integrato e di un processo di sistemica collaborazione con il terzo settore. L’Asilo Savoia – prosegue Monnanni – è fortemente impegnato al fianco della Regione Lazio nelle azioni di prevenzione e contrasto di ogni forma di dipendenza legata al gioco d’azzardo ormai da diversi anni e in questo senso l’attività che abbiamo avviato attraverso l’avviso pubblico in questione si sviluppa e si integra con l’esperienza assolutamente innovativa posta in essere con “Game Over”, il percorso modellizzato e riconosciuto dalla Regione Lazio quale valido strumento di prevenzione dedicato agli istituti scolastici secondari superiori nato da una sperimentazione originale di Asilo Savoia con la trasformazione a fini didattici di una ex sala slot sequestrata alla criminalità organizzata di Ostia”. Le domande per partecipare all’avviso dell’ASP Asilo Savoia dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 11 febbraio 2022, pena l’esclusione, e le proposte progettuali dovranno essere trasmesse per posta elettronica certificata, all’indirizzo: aspasilosavoia@pec.it; I soggetti invitati a manifestare disponibilità alla co-progettazione possono presentare un massimo di tre istanze.

L’Avviso è reperibile sul sito dell’Ente Promotore www.asilosavoia.it  e pubblicato per estratto sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.

Related posts

Poste Italiane, a Civitavecchia e sul Litorale attivo l’assistente digitale anche per i prodotti Postevita

Redazione Ore 12

Michetti si presenta: “Farò di tutto per ripagare la fiducia”. La corsa del candidato Sindaco del centrodestra è iniziata

Redazione Ore 12

Incendi, a Roma stanziati 100mila euro per l’area giochi di Proba Petronia

Redazione Ore 12