Primo piano

Herat, l’Italia lascia la sua storica base ventennale in Afghanistan

(Red) Camp Arena chiude i battenti. La storica base della coalizione internazionale contro il terrorismo in Afghanistan lascia spazio alle autorità locali. A concludere questa missione straordinariamente importante per il Governo di Kabul è arrivato il ministro della Difesa italiano, Lorenzo Guerrini, che ha praticamente certificato il ‘fine operazioni’. A Herat Guerini ha portato il saluto del Paese ai militari ed ha presenziato alla cerimonia dell’ammaina-bandiera. La base, fino ad ora nella disponibilità dell’alleanza ed in particolare dell’esercito italiano, sarà consegnata alle forze di sicurezza locali. Le operazioni di rimpatrio di uomini (erano 800 a inizio anno) e mezzi, avviate a maggio, si concluderanno nelle prossime settimane.

Related posts

Istruzione, sempre più ampio il divario tra Italia e resto d’Europa

Redazione Ore 12

L’hi tec non invoglia al lavoro le donne italiane

Redazione Ore 12

Sfida tecnologica di Giappone, rivoluzione volante per i taxi

Redazione Ore 12