Esteri

Hong Kong, Jimmy Lay resta in carcere

Il magnate dei media e attivista Jimmy Lai resterà in carcere ad Hong Kong in attesa del processo che inizierà ad aprile.  La Corte suprema dell’ex colonia britannica ha infatti respinto la richiesta di concedergli la libertà su cauzione. Lai, 73 anni, è uno dei tanti attivisti arrestati in base alla nuova legge sulla sicurezza nazionale imposta dalla Cina lo scorso giugno. Il proprietario del tabloid pro-democrazia Apple Daily è accusato, in particolare, di “collusione con forze straniere”, uno dei crimini previsti dalla nuova legge, per aver chiesto sanzioni contro Hong Kong e Pechino. 

Related posts

Trump da l’addio a Rudolph Giuliani, non è più il suo legale

Redazione Ore 12

Nato, torna in Europa Blinken e si accendono i riflettori sulla Libia

Redazione Ore 12

Ue, Sassoli: “Valori Occidente sotto minaccia”

Redazione Ore 12