Covid

In Canada scoperto un mix di farmaci in grado di sciogliere i trombi scatenati da AstraZeneca

Il vaccino AstraZeneca continua a fare paura tant’è vero che ne sarà vietato l’uso sui soggetti giovani. In Liguria due donne di 18 e 34 anni sono tuttora ricoverate al San Martino di Genova dopo essere state colpite da trombosi. E proprio sui trombi rari che sembrano essere provocati dal vaccino si sono concentrate diverse ricerche. Una delle più promettenti è stata messa in campo dalla McMaster University, ateneo dell’Ontario, Canada. Un mix di farmaci ha sciolto i trombi e salvato diverse vite. A dare speranza è lo studio pubblicato sul New England Journal of Medicine e che ora è al vaglio della comunità scientifica. La combinazione di anticoagulanti e di immunoglobuline somministrati per via endovenosa ha salvato almeno tre pazienti che si erano da poco sottoposti a vaccinazione anti covid. I trombi rari che si sono sviluppati in queste settimane hanno delle caratteristiche comuni: la diminuzione delle piastrine nei 5/15 giorni successivi all’inoculazione del vaccino oppure quando gli anticorpi, probabilmente stimolati dal vaccino, attaccano una proteina del sangue, nello specifico la PF4. In entrambi i casi le piastrine si accumulano e creano dei grumi potenzialmente letali se non sciolti.
aggiornamento AstraZeneca dell’11 giugno 2021 ore 14.12

Related posts

Pandemia Covid, necessario recuperare il rapporto medico-paziente

Redazione Ore 12

L’Ema e la quarta dose: “Ragionevole somministrarla agli immunodepressi”

Redazione Ore 12

Verso la riapertura degli hub vaccinali ed estensione della validità del Green Pass per 12 mesi

Redazione Ore 12