Economia e Lavoro

Ita si prende il logo di Alitalia e prende il volo

E’ atterrato giovedì sera a Roma Fiumicino, proveniente da Cagliari, l’ultimo volo della storia Alitalia decollato alle 22:36 (con mezz’ora di ritardo sul previsto). Si è così chiusa una storia lunga quasi 75 anni per l’ex compagnia di bandiera. Da venerdì nasce l’era di Ita. Il brand Alitalia però continuerà a sopravvivere: la nuova compagnia lo ha infatti rilevato in extremis per 90 milioni. a procedura di offerta pubblica avente per oggetto il marchio Alitalia Spa e il dominio www.Alitalia.com si è conclusa sul filo di lana e quindi si chiude la vicenda dello storico brand della ex compagnia di bandiera e Ita potrà sfoggiarlo sulla livrea. Una cifra ben lontana dai 290 milioni di euro della base d’asta. Gara che poi era andata deserta. La compagnia nasce tra le proteste delle migliaia di lavoratori e lavoratrici lasciati a terra. Tra gli obiettivi a cui punta la newco, quella di essere la compagnia aerea più verde in Europa. “Mi impegno a far sì che entro il 2025 Ita sia la compagnia aerea non low cost più ecologica d’Europa, e questo grazie agli accordi con Airbus per la fornitura di aerei di ultima generazione”, ha detto Altavilla, ma il presidente si impegna anche “affinché Ita metta davvero il cliente al centro della politica commerciale” e che “rispetti i canoni di corretta gestazione economica”. La neonata compagnia avrà una flotta di 52 aerei e una forza lavoro di 2.800 persone, contro i 10.500 lavoratori della vecchia Alitalia.

Related posts

Confcommercio: “Servono contratti flessibili, superare i vincoli del Decreto dignità”

Redazione Ore 12

Il mondo tenta di ripartire da Davos. Prima edizione virtuale del meeting economico

Redazione Ore 12

Opa su Tim, la Cgil fissa i paletti. Parla il segretario confederale, Enrico Miceli

Redazione Ore 12