Politica

Italia al voto per il rinnovo di Camera e Senato della Repubblica

 

Italia al voto per il rinnovo di Camera e Senato della Repubblica. Le votazioni si terranno in un solo giorno, dalle 7.00 alle 23.00. Le operazioni di spoglio delle schede inizieranno subito dopo la chiusura dei seggi mentre le nuove Aule si riuniranno entro il 13 ottobre. Le elezioni politiche sono convocate per eleggere i membri del Parlamento. Con il voto del 25 settembre saranno rinnovati i membri della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. La recente riforma costituzionale ha fissato in 400 i deputati e in 200 i senatori elettivi, esclusi quelli a vita nominati dal Presidente della Repubblica. Ai 46.127.514 elettori in Italia che domenica 25 settembre si recheranno alle urne per l’elezione dei componenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica saranno consegnate due schede: una rosa per la Camera, una gialla per il Senato. I seggisaranno aperti dalle ore 7 alle ore 23. I modelli delle due schede sono identici. Le schede recano il nome del candidato nel collegio uninominale e, per il collegio plurinominale, il contrassegno di ciascuna lista o i contrassegni delle liste in coalizione ad esso collegate. Accanto al contrassegno delle singole liste sono stampati i nominativi dei relativi candidati nel collegio plurinominale. Il voto si esprime tracciando un segno nello spazio contenente il contrassegno della lista prescelta e, in tale caso, è espresso sia per lista che per il candidato uninominale a essa collegato. Se è tracciato un segno sul nome del candidato uninominale il voto è espresso anche per la lista a esso collegata e, nel caso di più liste collegate, il voto è ripartito tra le liste della coalizione in proporzione ai voti ottenuti nel collegio. Non è previsto il voto disgiunto. L’elettore che si rende conto di aver sbagliato nel votare può chiedere al presidente del seggio di sostituire la scheda, potendo esprimere nuovamente il proprio voto. A tal fine, il presidente gli consegnerà una nuova scheda, inserendo quella sostituita tra le schede deteriorate. Massima attenzione a non sovrapporre le schede una sull’altra al momento dell’espressione del voto, per evitare che il segno di voto tracciato su una scheda sia visibile anche su quella sottostante. Per l’elezione della Camera dei deputati, sono 147 i collegi uninominali del territorio nazionale (compreso il collegio della Valle d’Aosta) ai quali vengono assegnati 147 seggi maggioritari. 49 i collegi plurinominali nei quali vengono assegnati i restanti 245 seggi proporzionali. Per l’elezione del Senato della Repubblica, sono 74 i collegi uninominali del territorio nazionale (compreso il collegio della Valle d’Aosta), ai quali vengono assegnati 74 seggi maggioritari. 26 i collegi plurinominali nei quali vengono assegnati i restanti 122 seggi proporzionali. Alla chiusura dei seggi, si procederà prima all’accertamento del numero dei votanti per ciascuna consultazione e, subito dopo, allo scrutinio delle schede del Senato. A seguire, quello delle schede per l’elezione della Camera dei deputati.

Related posts

Mattarella: “Il lavoro non sia gioco d’azzardo letale”

Redazione Ore 12

Governo Meloni, nominati i viceministri e i sottosegretari: ecco chi sono Via libera del Consiglio dei ministri alla lista dei viceministri e sottosegretari: sono 8 i primi e 31 i secondi. “Il giuramento dei sottosegretari dovrebbe svolgersi nella giornata del due novembre, devono subito essere operativi” ha detto Giorgia Meloni, in conferenza stampa. I VICEMINISTRI – ESTERI Edmondo Cirielli (Fdi) – GIUSTIZIA Francesco Paolo Sisto (Fi) – MEF Maurizio Leo (Fdi) MISE Valentino Valentini (Fi) – AMBIENTE Vannia Gava (Lega) – INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Edoardo Rixi (Lega) Galeazzo Bignami (Fdi) – LAVORO E POLITICHE SOCIALI Maria Teresa Bellucci (Fdi) I 31 SOTTOSEGRETARI – ESTERI Giorgio Silli Maria Tripodi – INTERNI Emanuele Prisco Wanda Ferro Nicola Molteni – GIUSTIZIA Andrea Delmastro Delle Vedove Andrea Ostellari – DIFESA Isabella Rauti Matteo Perego – ECONOMIA Lucia Albano Federico Freni Sandra Savino – MISE Fausta Bergamotto Massimo Bitonci – AMBIENTE Claudio Barbaro – AGRICOLTURA Patrizio La Pietra Luigi D’Eramo – INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Tullio Ferrante – LAVORO Claudio Durigon – ISTRUZIONE Paola Frassinetti – UNIVERSITÀ E RICERCA Augusta Montaruli – CULTURA Gianmarco Mazzi Lucia Borgonzoni Vittorio Sgarbi – SALUTE Marcello Gemmato – RAPPORTI CON IL PARLAMENTO Giuseppina Castiello Matilde Siracusano – SOTTOSEGRETARI ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO Alessio Butti (Innovazione) Giovanbattista Fazzolari (Attuazione del programma) Alberto Barachini (Editoria) Alessandro Morelli (Cipe)

Redazione Ore 12

Calenda: “Essere duri adesso in Ucraina, o la prossima volta lo dovremo fare in Polonia”

Redazione Ore 12