Esteri

Italia e Francia più vicine, un successo il vertice Macron-Mattarella

(Red) “Nei nostri colloqui abbiamo registrato l’intensità delle nostre relazioni. Francia e Italia condividono la visione dell’Unione e del suo futuro e anche il ruolo che deve svolgere la Conferenza sul futuro dell’Europa, che non è un’occasione burocratica, o un passaggio occasionale, è un’occasione storica offerta ai Paesi dell’Unione per disegnare nuovamente in maniera adeguata il tempo che si è presentato e che avremo di fronte. Una condizione efficiente dell’Unione europea per essere protagonista della Comunità internazionale”. Queste le parole di Mattarella al termine del colloquio all’Eliseo con il presidente francese Emmanuel Macron durante il quale si è parlato, spiega il nostro capo dello Stato, anche del “tema dell’agenda europea”. Dopo il colloquio all’Eliseo, il presidente della Repubblica ha spiegato che “con Macron abbiano parlato anche di Stati che ci chiamano alla responsabilità, alla collaborazione, come Libia e Sahel. Abbiamo parlato di tutto quello in cui Francia e Italia si ritrovano assieme avvertendo l’importanza di svolgere un ruolo che sia di pace e di collaborazione, di crescita per quanto riguarda il futuro non soltanto dell’Europa ma anche delle Regioni intorno all’Europa. Siamo circondati da Stati di crisi, da tensioni, l’Europa può trasferire in queste regioni vicine la sua vocazione alla pace e alla collaborazione – ha concluso Mattarella – e in questo Francia e Italia sono certamente chiamate a collaborare, protagoniste come stanno facendo”. Poi il Capo dello Stato francese: “ Sulla Libia “ci sono state frizioni che penso facciano parte del passato. Italia e Francia lavorano in modo stretto e ci sono risultati”. Sono queste le parole del presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso del colloquio all’Eliseo con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Macron si è detto “molto riconoscente” nei confronti del nostro Paese per il contributo alla forza internazionale antiterrorismo “Takuba” nel Sahel.

Related posts

Racioppi (Oms): “I fattori di rischio ambientale portano ogni anno a 1,4 milioni di decessi”

Redazione Ore 12

Denuncia Fao-Wfp: “In Congo critica la situazione alimentare. Uno su tre soffre di fame acuta”

Redazione Ore 12

Afghanistan, il nuovo Governo è una provocazione alla civiltà umana. Al vertice uno stuolo di ricercati per terrorismo

Redazione Ore 12