Esteri

La Germania avrà il nuovo Governo sotto l’albero di Natale. C’è un primo accordo tra Spd, verdi e Liberali

Tre settimane dopo le elezioni federali, la Germania accelera verso il ‘semaforo’: i vertici dell’Spd, dei Verdi e dei liberali dell’Fdp hanno annunciato l’intenzione di proseguire con i negoziati formali per una nuova coalizione a tre dopo i primi round dei colloqui di ‘esplorazione’ avviati dopo il voto del 26 settembre. “Ci siamo accordati per un comune documento che faccia da base all’inizio delle trattative tra i tre partiti”, ha detto Olaf Scholz presentandosi a fianco dei leader del partito ambientalista, Annalena Baerbock e Robert Habeck, e del capo dell’Fdp, Christian Lindner. Il testo è stato definito dal candidato cancelliere dei socialdemocratici come “un risultato molto buono”, volto a costruire “un esecutivo di progresso in molti campi, dallo sviluppo della societa’ e dell’economia, passando dalla modernizzazione e la digitalizzazione, fino ad una nuova stagione di investimenti”. Le ambizioni sono alte, fa capire Scholz. Parla di un “nuovo inizio” e della possibilita’ di “una modernizzazione industriale del Paese”, di “investimenti massicci nelle energie rinnovabili”, tutte caratteristiche di quello che secondo il socialdemocratico potra’ essere “il maggior progetto di innovazione in 100 anni in Germania”. In sostanza, dopo quasi 20 giorni di incontri prima informali e poi ‘di esplorazione’, i leader dell’Spd, dei Verdi e dei liberali ora chiedono alle assise dei rispettivi partiti di dare l’assenso ai negoziati veri e propri: la presidenza del partito socialdemocratico ha già dato il suo via libera, mentre gli ambientalisti hanno fissato per domenica un ‘piccolo congresso’ in cui votare a favore del ‘salto di qualita” nei negoziati per una coalizione ‘semaforo’ (cosi’ nominato a causa dei colori caratteristici dei tre partiti, rosso per l’Spd, giallo per i liberali e verde per i ‘Gruenen’, ovviamente).

Related posts

Papa Francesco: “Indimenticabile l’incontro con l’Ayatollah Al-Sistani

Redazione Ore 12

Orban lascia il Ppe e lancia il nuovo asse con Salvini e i polacchi

Redazione Ore 12

Guinea Bissau, assaltato il Palazzo presidenziale. Ostaggi

Redazione Ore 12