Cronaca

La nonna di Eitan si scaglia contro l’Italia: “Ha ucciso la famiglia di mio nipote”

“L’Italia è responsabile della morte di mio padre, mia figlia e mio nipote. Non possono perdere anche Eitan”. Lo ha detto Ester Coen Peleg, la nonna materna del bambino unico sopravvissuto alla strage del Mottarone. Al termine dell’udienza sulla vicenda in Israele la donna, che non è stata ammessa al dibattimento in aula, ha detto: “Cosa mi è rimasto, lo capite?”. “Sapete perché sono fuori dall’aula? Perché una donna giudice in Israele ha detto che, siccome non era ammesso al console italiano di entrare in aula, ha negato il permesso anche a me. Io sono la nonna”, ha sottolineato la donna.
Esther Cohen Peleg ha poi aggiunto che lo stesso “è successo anche in Italia nel momento in cui io ero a lutto per mia figlia e non mi hanno dato possibilità di esprimermi”. Le udienze riprenderanno domani sera alla fine del riposo ebraico. Gli avvocati di entrambe le parti, al termine della sessione di oggi, non hanno voluto rilasciare alcun commento.

Related posts

Disastro del Mottarone, il bimbo sopravvissuto chiede dei genitori

Redazione Ore 12

Terremoti, studio congiunto Italia-Giappone sulle sequenze sismiche

Redazione Ore 12

Como, sequestrata dalla Guardia di Finanza carne in cattivo stato di conservazione e altri 10mila prodotti (Moca)

Redazione Ore 12