Primo piano

Maturità e terza media, una prova orale con elaborato

Sono pronte le ordinanze sugli esami di Stato del primo e del secondo ciclo di Istruzione, che lunedì saranno inviate al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione per il parere previsto prima della loro emanazione. Le ordinanze, spiega il Ministero, definiscono gli Esami di giugno, tenendo conto dell’emergenza sanitaria e del suo impatto sulla vita scolastica e del Paese. Sia per il primo che per il secondo ciclo, scuole medie e Maturità, l’esame si baserà su una prova orale che partirà con la discussione di un elaborato. “L’Esame consentirà alle studentesse e agli studenti di esprimere quanto maturato nel corso dei loro anni di studio”, sottolinea il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi: “Studentesse e studenti, attraverso il loro elaborato, che potrà essere un testo, ma anche una prova pratica o un prodotto multimediale, potranno dimostrare ciò che hanno appreso e compreso, la loro capacità di pensiero critico e di esprimersi. L’Esame – prosegue il Ministro – deve essere concepito come il diritto di tutte le studentesse e tutti gli studenti ad essere valutati sulla base delle attività scolastiche svolte nell’arco di tutto il loro percorso. Tenendo conto delle difficoltà vissute durante l’emergenza sanitaria”. Gli studenti saranno seguiti, passo dopo passo, dall’assegnazione dell’argomento dell’elaborato, fino alla sua discussione di fronte alla commissione.

Related posts

La Procura di Napoli indaga per gli “allarmi inascoltati”. L’ex Sindaco Conte ha inviato 24 Pec e non c’è stata alcuna risposta

Redazione Ore 12

Grave incidente stradale nel veneziano, muoiono in quattro

Redazione Ore 12

Movida Sicura, servizi straordinari della Polizia di Stato a Caserta e provincia

Redazione Ore 12