Primo piano

Meteo, feste bagnate o sotto la neve in gran parte d’Italia

 

Maltempo pronto a rovinare le feste natalizie su gran parte d’Italia. Stefano Ghetti, meteorologo del sito www.iLMeteo.it avvisa che dal 24 dicembre i venti ruoteranno dai quadranti meridionali forieri dell’arrivo dell’avanguardia della prima perturbazione che inizierà a far piovere in Toscana, successivamente al Nordovest e quindi sul resto del Settentrione. In questa prima fase le precipitazioni potranno risultare particolarmente intense sulla Liguria di levante e sulla Toscana settentrionale. La neve cadrà sulle Alpi sopra i 1300 metri circa. Nel giorno di Natale la perturbazione proseguirà la sua marcia sul resto d’Italia interessando con piogge diffuse ancora Lombardia e Nordest, ma concentrandosi maggiormente su Toscana, Lazio e Umbria con piogge battenti e nevicate sugli Appennini oltre i 1800 metri (sulle Alpi oltre i 1300m). Nella giornata di Santo Stefano, domenica 26, arriverà di gran carriera la seconda perturbazione, più forte della prima e che dispenserà piogge diffuse su tutto il Nord e le regioni tirreniche. Le precipitazioni potranno risultare forti su Liguria, Toscana, Lazio e Friuli Venezia Giulia. La neve cadrà copiosa sulle Alpi sopra i 1200-1300 metri, sugli Appennini oltre i 1600-1700 metri. E infine la terza perturbazione che raggiungerà l’Italia lunedì 27 dicembre con una nuova ondata di maltempo. Le temperature, grazie ai venti meridionali più miti, inizieranno a salire prepotentemente, soprattutto al Centro-Sud con valori massimi superiori ai 15-16°C su gran parte delle regioni. Giovedì 23. Al nord: cielo spesso nuvoloso. Al centro: tante nubi, in serata peggiora sull’alta Toscana. Al sud: qualche pioggia sul catanese. Da venerdì 24 avanguardia di una serie di perturbazioni atlantiche che guasteranno le feste natalizie.

Related posts

Monopattini, in arrivo la stretta del Governo: assicurazione e casco obbligatori

Redazione Ore 12

Non esibisce il green pass rafforzato per entrare in ospedale e aggredisce una guardia giurata. Fermato dalla Polizia e denunciato

Redazione Ore 12

Covid, in vigore le nuove regole da questo primo martedì di febbraio

Redazione Ore 12